La notizia era nell’aria da giorni, dopo il sorpasso operato ai danni di M-Sport, e ora è ufficiale: Sebastien Loeb tornerà ad avere un ruolo maggiormente attivo nel Mondiale Rally, e ce l’avrà con Hyundai, che l’ha messo sotto contratto per due anni. L’alsaziano e nove volte iridato WRC, che era rientrato nel Mondiale quest’anno con la terza Citroen e ha mostrato una grande velocità nonostante le 45 primavere, culminata col grande successo nel Rally Catalunya.

Nonostante tutto questo, il gruppo PSA (che comprende Peugeot, Citroen, DS, Opel e Vauxhall) ha deciso di non dargli fiducia per il futuro e ha di fatto tagliato i propri impegni nel motorsport: Peugeot ha abbandonato la Dakar e il Rallycross, mentre Citroen, dopo aver speso notevolmente per reinserire in squadra Ogier e ingaggiare Esapekka Lappi, ha deciso di abbandonare il progetto riguardante la terza vettura da affidare a Loeb (e Breen). Così facendo, Loeb si è trovato a piedi su ogni fronte, e dopo essersi ”comprato” una Peugeot (preparata da PH Sport) per partecipare alla Dakar, ha iniziato a guardarsi intorno: ha innanzitutto parlato con Malcolm Wilson e M-Sport, che però ridimensionerà il suo progetto (due auto guidate da Suninen e Evans/Breen), e poi si è messo in contatto con Hyundai.

E la casa coreana l’ha convinto con un progetto interessante e stimolante, che ha spinto Loeb a impegnarsi per due stagioni. Il nove volte campione del mondo ha firmato fino al 2020, e inseguirà la vittoria numero 80 nel WRC (insieme al fido Daniel Elena), ma non solo: Loeb affiancherà in stagione Thierry Neuville, Andreas Mikkelsen e Dani Sordo, con l’obiettivo di far vincere il titolo costruttori a Hyundai Motorsport. E lo farà non per tre rally, ma per sei gare, quindi di fatto per metà stagione: esordirà a gennaio col Rallye Monte-Carlo (apertura del WRC 2019), per poi gareggiare nel Rally di Svezia, nel Tour de Corse, nel Rally del Cile e nelle ultime due gare europee, ovvero il Wales Rally GB e il Rally Catalunya. Sei gare nelle quali Loeb (che dividerà l’auto con Dani Sordo, impegnato in 8 rally su 14) potrà mettere in mostra tutto il suo talento e lottare coi migliori del WRC, ottenendo magari altre vittorie.

Loeb, così facendo, rompe definitivamente con Citroen e col gruppo PSA dopo 17 anni. Una decisione che viene spiegata dallo stesso alsaziano: ”Il gruppo PSA aveva ritirato Peugeot dalla Dakar e dal Rallycross, e inoltre aveva deciso di non impiegare una terza C3 WRC Plus nel WRC per la perdita dello sponsor principale di Citroen Racing, e non avevo più alcuna opzione futura con loro. Non volevo andare in pensione, non mi sento affatto pronto! Per questo io e Daniel Elena abbiamo firmato con Hyundai Motorsport e correremo in sei gare del WRC: sarà una sfida nuova ed eccitante! Il progetto Hyundai mi ha sedotto, il team e la vettura mi permetteranno di lottare per la vittoria e arrivare a quota 80”. Loeb correrà anche nel Rallycross col team guidato da Marcus Gronholm, e vivrà dunque un 2019 decisamente pieno. Non lo farà più con Citroen, vivendo uno stimolante nuovo inizio.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *