Red Bull

La Formula 1 è ferma per le vacanze invernali e riprenderà ufficialmente a metà marzo sulla pista di Melbourne, ma fa ugualmente parlare di sè per il serio rischio di una frattura interna tra team e organizzatori. Da tempo ormai si sa che Liberty Media vuole rivoluzionare il circus a partire dal 2021: nuovi parametri economici, un budget cap per riequilibrare il campionato e consentire più sorprese, nuove auto con soluzioni tecniche tutte da scoprire.

Si può dire che la Formula 1 si ritroverà a ripartire da zero, e molti team vedranno messo in pericolo il proprio status e la propria posizione di forza all’interno del campionato: eventuali tagli al budget (già ampiamente preannunciati) non metteranno in difficoltà realtà miliardarie come Mercedes e Ferrari, ma potrebbero essere a dir poco impattanti sui bilanci di quella che è la terza forza della F1 attuale: Red Bull, secondo i rumours, sarebbe una delle scuderie maggiormente colpite dalla ghigliottina del budget-cap, e la scuderia austriaca non ha mancato di far sentire il proprio disappunto in questi giorni.

Stando alle prime indiscrezioni riportate da Motorsport.com, la scuderia nata e plasmata dal colosso austriaco guidato da Dietrich Mateschitz andrebbe a perdere oltre 30mln di euro di premi. Un dato che ha mandato su tutte le furie Helmut Marko, fumantino uomo-immagine di Red Bull Racing, che non le ha mandate a dire alla F1: ”Abbiamo un accordo per rimanere in F1 fino al 2020. Finchè non ci saranno dettagli sui nuovi motori e sulle nuove regole, nè Red Bull, nè Honda prenderanno una decisione sul futuro”. Red Bull sarebbe inviperita per i tagli al budget, che verrebbero ”regolamentati” dalla presenza di un commissario della FIA messo ad hoc all’interno di ogni team, e starebbe iniziando a valutare un piano-B che comporterebbe l’uscita dal circus nel 2021: la nuova strada porterebbe al WEC, che vivrà la sua svolta nel 2021 passando alle Hypercar.

È lo stesso Helmut Marko a svelare questa idea: ”C’è un opzione alternativa alla F1. Potremmo correre la 24h di Le Mans con la Valkyrie, sfruttando le nuove regole WEC Hypercar che debutteranno a breve. Se venisse introdotto un budget cap in F1, dovremmo tagliare gran parte del personale e non vogliamo farlo. Per questo, potremmo considerare altri progetti”. Red Bull dunque inizia a minacciare la possibile uscita dalla F1, in quello che sembra destinato a diventare un braccio di ferro: Liberty Media ammorbidirà le proprie posizioni venendo incontro al team (e alle altre scuderie), oppure si arriverà a una lenta e inesorabile rottura definitiva?

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *