Non c’è pace per Daniel Pedrosa. Il tre volte campione del mondo, ritiratosi dal Motomondiale al termine dell’ultima stagione, dopo 18 anni di gare, dovrà sottoporsi ad un intervento chirurgico per via di una doppia frattura da stress alla clavicola destra. Un infortunio tanto grave quanto inaspettato, anche a detta del diretto interessato: “Ho avuto inaspettatamente una doppia frattura da stress nella clavicola destra, solo per un gesto di forza. Negli anni ho avuto diverse fratture in quell’area e l’ultima volta è stata in tre parti, con quella centrale che non ha abbastanza flusso di sangue e ha creato osteoporosi. Serve quindi una soluzione efficace per rigenerare l’osso e ottenere un recupero adeguato e totale delle ossa”. Una soluzione chiamata cellule staminali. Infatti, grazie all’utilizzo delle cellule del pilota catalano classe 1985, l’intervento dovrebbe garantire maggiore stabilità e consolidamento all’osso fratturato.

TEST L’infortunio impedirà a Pedrosa di scendere in pista a fine mese a Sepang nelle nuove vesti di collaudatore KTM. Un ruolo in cui ha deciso di calarsi dopo la decisione di chiudere la carriera da pilota. Dopo una vita da bandiera della Honda, Dani ha scelto di cimentarsi in una sfida diversa. Purtroppo per lui, la missione di rendere competitivo il colosso austriaco anche in MotoGP è già in salita. Lo spagnolo puntualizza: “Mi dispiace per questa situazione e ringrazio la KTM per il suo grande sostegno alla mia piena guarigione: siamo entusiasti del lavoro che stiamo facendo ed è per questo che voglio essere fisicamente nelle migliori condizioni per questo compito. Per me la sfida non si ferma”. E data la sua grande forza di volontà c’è da credergli.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *