Mick Schumacher

Un altro Schumacher a Maranello, ora è ufficiale. Qualche tempo fa vi avevamo parlato del futuro di Mick Schumacher, che aveva rifiutato la corte di Toro Rosso per il salto immediato in F1 col Red Bull Junior Team, e si era legato a Prema per il grande salto in Formula 2: il tedesco, figlio di Michael (che ha compiuto da poco 50 anni), era conteso tra Mercedes e Ferrari, che volevano legarlo al proprio programma di sviluppo giovani e scommettere su uno dei più grandi talenti del motorsport a quattro ruote. Da un lato l’azienda che ha accolto papà a fine carriera e ha supportato Mick come motorista in tutte le sue avventure pre-F2, compresa la vittoriosa campagna in F3 (dove ha vinto il titolo), dall’altro la casa a cui papà Michael si era legato in tutti i suoi successi sportivi, escludendo i titoli con Benetton.

Si può dire che la scelta fosse facilissima, vista da fuori, ma Mick Schumacher ha valutato con grande attenzione entrambe le proposte prima di scegliere col cuore, e legarsi a Ferrari. La notizia era nell’aria da giorni, noi stessi ve ne avevamo parlato, e ora è ufficiale: Mick Schumacher ha firmato un contratto con la Ferrari Driver Academy, che d’ora in poi lo seguirà in tutti i passi futuri della sua carriera, che potrebbero prevedere il salto in Formula 1 (Sauber?) nel 2020 o nel 2021, se si confermerà ad altissimi livelli in F2. Schumi jr dunque segue le orme di papà, legandosi alla Rossa di Maranello, e va ad aggiungersi agli altri piloti di FDA: Giuliano Alesi (figlio di Jean) e Callum Ilott saranno a loro volta impegnati in F2, Marcus Armstrong e Robert Shwartzman inseguiranno il titolo nel neonato mondiale F3, Enzo Fittipaldi gareggerà nella versione europea della F3 (rinata sotto un altro nome) dopo le ottime cose viste in F4, categoria che vedrà invece impegnato il giovane brasiliano (classe 2002) Gianluca Petecof.

MICK SCHUMACHER IN FERRARI DRIVER ACADEMY: LE DICHIARAZIONI– Nella nota con cui viene annunciata la firma di Mick con FDA, ci sono anche le prime parole di Schumi jr: ”Sono felicissimo di aver raggiunto un accordo con Ferrari, e del fatto che il mio futuro nelle competizioni automobilistiche sarà in rosso, entrando a far parte della FDA e della famiglia-Ferrari. Questo è un altro passo nella giusta direzione, potrò beneficiare dell’immensa competenza che c’è lì. Farò di tutto per imparare ciò che può aiutarmi a realizzare il sogno di correre in F1. Ferrari ha un posto enorme nel mio cuore e in quello della mia famiglia, sono felice anche a livello personale per questa opportunità. Ringrazio tutti coloro che mi hanno supportato e aiutato ad arrivare qui”.

Entusiasmo e commozione anche nelle parole di Mattia Binotto, nuovo team principal della Rossa dopo l’addio di Maurizio Arrivabene (che potrebbe essere ingaggiato da Sauber-Alfa): ”Per chi come me l’ha visto nascere, ha un significato emotivo molto particolare accogliere Mick in Ferrari. L’abbiamo scelto per il suo talento, e per le qualità umane e professionali che ha messo in mostra nonostante la giovane età”.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *