San Pietroburgo

La Formula E continua ad ampliare i suoi orizzonti di anno in anno: nel 2018-19 scoprirà nuovi circuiti asiatici e ha ”colonizzato” l’Arabia Saudita, e il campionato elettrico vuole continuare ad espandersi. È molto probabile l’ingresso della Corea del Sud (Seoul) nel 2019-20 o nella stagione seguente, e c’è sempre l’idea di disputare una gara in Brasile in futuro, a San Paolo, ma si studiano anche nuove destinazioni europee: gli ultimi ingressi di una città del Vecchio Continente sono rappresentati da Roma e dall’e-Prix svizzero, che quest’anno verrà disputato a Berna, ma la Formula E vuole conquistare anche l’Europa orientale.

Il campionato elettrico gareggiò a Mosca nel 2015 (vinse Piquet), e vorrebbe tornare in Russia nel brevissimo periodo. L’idea del rientro nella terra degli Zar, secondo quanto riporta Motorsport.com, è nata da Sergey Vorobyev, vicedirettore della società che organizza il GP russo di Sochi in Formula 1, e sarebbero già partite le trattative con Agag e la Formula E. La città indicata per ospitare il campionato elettrico, idealmente già nel 2019-20, non sarà più Mosca, ma San Pietroburgo: la vecchia capitale degli zar, una località suggestiva e ricca di fascino e storia, perfetta per rilanciarsi a livello mondiale con l’approdo in mondovisione nella serie elettrica.

Vorobyev spiega così la scelta: ”Vorremmo ospitare la Formula E nel 2020. In quell’anno la città ospiterà gli Europei di calcio, e il Forum Economico Internazionale: cerchiamo una data che possa andare bene a tutti, e i giusti partner commerciali per rendere possibile questo evento. Il piano-A sarebbe quello di ospitare la gara nella primavera/estate del 2020, e mantenerla negli anni a venire. Abbiamo già studiato quattro possibili circuiti all’interno della città, e capiremo quale verrà scelto (o se ci sarà un’idea differente) quando il gotha della Formula E farà una visita tecnica ufficiale a San Pietroburgo: questo sarà possibile solo quando verrà raggiunto un accordo commerciale. Siamo davvero vicini ad ottenerlo: è bello trattare con Agag, una persona che ha un grande spirito imprenditoriale ed è il solo responsabile di ciò che succede in Formula E. Credo che San Pietroburgo sia l’ideale per sviluppare la Formula E in Russia, non puntiamo su Mosca”.

E così, la Formula E potrebbe sbarcare in Russia: Alejandro Agag sarebbe affascinato dall’idea di attrarre un mercato così ricco e stimolante, e l’accordo potrebbe essere raggiunto nei prossimi mesi. San Pietroburgo is coming.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *