Rallye Montecarlo

Raramente nella storia del Rallye Montecarlo il vincitore aveva conquistato il successo con un margine così risicato: 2”2. È successo nell’edizione 2019, nella gara che ha aperto per l’ennesima volta il WRC, è successo con Sebastien Ogier: il francese, degno erede di Sebastien Loeb, ha vinto la storica gara per la sesta volta consecutiva, e l’ha fatto con quattro marchi differenti (Peugeot, Volkswagen, Ford e Citroen). Non c’era modo migliore per festeggiare il ritorno in Citroen da campione del mondo, e Sebastien Ogier è partito subito con una grande vittoria e una battaglia d’altri tempi: Ogier e Neuville sono stati separati solo da 2”2, il distacco più ridotto dal 1979 ad oggi. 

La Power Stage è stata decisiva, visto che Ogier ha preceduto Thierry Neuville di 1”8 e ha blindato la vittoria finale: prima della PS i due erano separati solo da quattro decimi, e dopo aver concluso l’ultima prova il francese ha potuto esultare, visto che oltre ad aver ottenuto il successo parziale, ha trovato una Citroen davvero competitiva in seguito alla riorganizzazione totale della squadra-corse attuata da Pierre Budar. A questo, si è aggiunta la straordinaria guida di Sebastien Ogier, che ha regalato la vittoria numero 100 nel WRC a Citroen, che quest’anno festeggia il suo centenario: secondo a un battito di ciglia (2”2) Thierry Neuville su Hyundai, e i due hanno fatto proprio un altro sport, visto che Ott Tanak (Toyota) ha chiuso terzo a 2’15”2, perdendo terreno per una foratura. Quarto Sebastien Loeb, che nel suo debutto con Hyundai ha vinto due prove speciali, arrivando a 2’28” da vero campione: quinto Latvala a 2’29”9, precedendo Kris Meeke (prima con Toyota), che è arrivato sesto dopo una tripla rottura dei cerchioni. Il suo ritmo era da terzo posto.

Ritirato invece Esapekka Lappi per la rottura del motore, male anche Andreas Mikkelsen che ha perso un probabile terzo posto: vittoria nella WRC2, invece, per Gus Greensmith. Triplo ritiro invece per i piloti di M-Sport. Nella classifica generale del WRC, guida Ogier con 29 punti, precedendo Neuville (21) e Tanak (17): il Mondiale rally riprenderà il 14-17 febbraio col Rally di Svezia.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *