Ci siamo! Dopo cinque mesi di pausa e l’antipasto degli Internazionali d’Italia e dei vari circuiti nazionali, torna il Mondiale Motocross: lo fa dove tutto era iniziato l’anno scorso, in Argentina, con l’MXGP sudamericano che viene disputato sul circuito patagonico di Neuquen. L’anno scorso qui assistemmo al primo duello tra Antonio Cairoli e Jeffrey Herlings e alla partenza-sprint di Pauls Jonass in MX2, quest’anno i protagonisti sono diversi, ma le emozioni del via sono le stesse: scoprite con noi tutti i temi caldi del Mondiale Motocross 2019.

MXGP: CAIROLI PROVA A TOGLIERE LO SCETTRO A JEFFREY HERLINGS

L’anno scorso Jeffrey Herlings ha monopolizzato il Mondiale MXGP: l’olandese ha vinto 17 GP sui 19 disputati (saltando Ottobiano), e un totale di 33 manches, distruggendo la concorrenza gara dopo gara, manche dopo manche. Quello di Herlings è stato un assoluto dominio, nato da qualche cambiamento nello stile di guida e da un feeling perfetto con la KTM 450cc: Jeffrey può segnare un’epoca, ma il suo 2019 partirà con l’handicap. L’olandese si è fratturato un piede in allenamento e ha saltato tutte le gare della pre-season: KTM aveva annunciato la sua assenza in Argentina durante l’ultima tappa degli Internazionali d’Italia, e invece Jeffrey Herlings ha sorpreso tutti facendosi inserire nella line-up ufficiale per l’MXGP inaugurale. L’idea era quella di non fare ”zero” e raccogliere qualche punto che potrebbe essere fondamentale per il prosieguo della stagione, ma poi l’olandese si è dovuto arrendere al dolore e al piede ingessato: non ci sarà, e così Antonio Cairoli potrà provare a guadagnare punti sul rivale. Tony ha dominato la rassegna italiana e sembra in forma come mai prima d’ora nella pre-season. TC222 è spinto dall’obiettivo di conquistare il 10° titolo mondiale ed eguagliare Everts, ma anche e soprattutto dalla voglia di rivalsa: l’anno scorso, al netto della vittoria meritata di Herlings, ha vissuto qualche momento complicato e vuole tornare a conquistare un titolo mondiale.

Verosimilmente assisteremo a un nuovo duello tra KTM, ma a Neuquen, con Herlings acciaccato (ma ci ha già abituato ai miracoli, vedi GP vinto da infortunato l’anno scorso), il grande rivale di Cairoli potrebbe essere un altro: ci aspettiamo molto da Tim Gajser, che ha disputato una grande pre-season, mostrando velocità e carattere. Più defilati Romain Febvre, Clement Desalle e Gautier Paulin, mentre siamo curiosi di assistere alle prestazioni di Pauls Jonass con Husqvarna: curiosità anche per Max Nagl e KTM Sarholz. Per quel che riguarda gli italiani, occhi puntati su Alessandro Lupino e la sua Kawasaki da top-10, ma non solo: Ivo Monticelli avrà una grande chance con KTM Standing Construct, mentre Simone Furlotti e Samuele Bernardini dovrebbero disputare solo le gare europee.

MX2: JORGE PRADO SI CANDIDA AL BIS

Jorge Prado ha vinto il suo primo titolo mondiale nel 2018 e a soli 17 anni, mostrando grinta e talento. La sua stagione non era iniziata nel migliore dei modi, ma è girata dopo quattro gare, quando è iniziata la lunga e inesorabile rimonta ai danni di Pauls Jonass: Jorge, allievo e ”fratellino” di Antonio Cairoli che si era raccontato ai nostri microfoni, ha dominato nella seconda parte della stagione MX2 e vinto meritatamente, e ora non vede l’ora di ripetersi. Lo spagnolo ha un conto aperto con Neuquen, dove l’anno scorso visse un GP da incubo, ma soprattutto è pronto e determinato per conquistare il secondo titolo: è il più pilota più forte e talentuoso, una stellina capace di arrivare al 3° posto nella manche Supercampione degli Internazionali d’Italia, precedendo tantissime 450cc con la sua 250cc. Jorge Prado sogna di bissare con KTM De Carli, e i rivali sono pochissimi e molto distanti dal suo incommensurabile talento: il più insidioso è Calvin Vlaanderen con HRC, alla pari con Thomas Kjer Olsen (Husqvarna). Outsider per la sua giovane età Tom Vialle, che debutterà con KTM ufficiale e si è già messo in mostra nelle gare italiane: non ci stupiremmo di trovarlo sul podio del campionato. Ci si attende il definitivo salto di qualità dal miglior italiano della MX2: Michele Cervellin sembra ulteriormente cresciuto rispetto al 2018, e cercherà qualche podio e la top-5 del campionato, in quello che sarà il suo ultimo anno in MX2. Lo affiancheranno altri italiani: Morgan Lesiardo dovrebbe disputare l’intera stagione, alla pari del sammarinese Zanotti (KTM Marchetti), mentre Nicholas Lapucci e Joakim Furbetta saranno in scena solo nei GP europei.

MXGP: TUTTI I PILOTI DEL 2019

Red Bull KTM Factory: 84 Jeffrey Herlings (Hol, campione in carica)

Red Bull KTM Team De Carli (team ufficiale, ma struttura a parte): 222 Antonio Cairoli (Ita)

HRC Gariboldi Honda: 243 Tim Gajser (Slo), 189 Brian Bogers (Hol)

Yamaha Factory Racing: 461 Romain Febvre (Fra), 91 Jeremy Seewer (Svi)

Kawasaki Racing Team: 25 Clement Desalle (Bel), 33 Julien Lieber (Bel)

IceOne Husqvarna Racing Team: 41 Pauls Jonass (Lat), 27 Arminas Jasikonis (Let)

KTM Standing Construct: 259 Glenn Coldenhoff (Hol), 128 Ivo Monticelli (Ita), 99 Max Anstie (Gbr)

Gebben van Venrooy Kawasaki: 77 Alessandro Lupino (Ita), 6 Benoit Paturel (Fra)

Wilvo Racing Team Yamaha: 21 Gautier Paulin (Fra), 4 Arnaud Tonus (Svi)

RFX KTM: 24 Shaun Simpson (Gbr)

KTM Sarholz: 12 Max Nagl (Ger), 26 Tom Koch (Ger)

BOS Racing Team Kawasaki: 777 Evgeny Bobryshev (Rus), 100 Tom Searle (Gbr)

JWC Yamaha (Eu): 22 Kevin Strijbos (Bel), 18 Vsevolod Brylyakov (Rus), 291 Anton Gole (Sve)

VHR KTM: 911 Jordi Tixier (Fra)

A1M Husqvarna: 7 Tanel Leok (Est)

JD Gunnex KTM Racing: 17 Josè Butron (Spa)

Hitachi KTM UK: 55 Graeme Irwin (Gbr)

GBO Motorsport KTM (Eu): 95 Simone Furlotti (Ita)

Ghidinelli Yamaha (Eu): 321 Samuele Bernardini (Ita)

North Europe Racing KTM (Eu): 152 Petar Petrov (Bul)

62 Motorsport Husqvarna: 62 Klemen Gercar (Slo)

Hutten Metaal Yamaha Racing (Eu): 94 Sven van der Mierden (Hol) e 34 Micha Boy de Waal (Hol)

Scandinavian Racing Sports KTM: 93 Jonathan Bengtsson (Sve)

AG Racing KTM: 555 Artem Guriyev (Rus).

MX2: TUTTI I PILOTI DEL 2019

Red Bull KTM De Carli: 61 Jorge Prado (Spa, campione in carica)

Red Bull KTM Factory Racing: 28 Tom Vialle (Fra)

HRC Honda: 10 Calvin Vlaanderen (Hol)

Husqvarna Factory Racing: 14 Jed Beaton (Aus), 19 Thomas Kjer Olsen (Den)

Kemea Yamaha Factory Racing Team: 193 Jago Geerts (Bel), 919 Ben Watson (Gbr)

SM Action-Erzetta Yamaha: 747 Michele Cervellin (Ita), 959 Maxime Renaux (Fra)

Hitachi KTM UK: 426 Conrad Mewse (Gbr), 98 Bas Vaessen (Hol)

114 Motorsport Honda: 101 Zach Pichon (Fra), 43 Mitch Evans (Aus)

Honda Assomotor: 172 Mathys Boisrame (Fra), 32 Brent Vandoninck (Hol)

Revo Husqvarna UK: 53 Dylan Walsh (Nzl), 161 Alvin Ostlund (Sve)

Diga-Procross Husqvarna: 46 Davy Pootjes (Hol)

Dixon Kawasaki Racing Team: 56 Darian Sanayei (Usa), 57 Gustavo Pessoa (Bra)

F&H Kawasaki: 29 Henry Jacobi (Ger), 811 Adam Sterry (Gbr)

BUD Kawasaki (Eu): 81 Brian Hsu (Ger), 225 Brian Strubhart Moreau (Fra)

Marchetti KTM: 66 Iker Larranaga (Spa), 931 Andrea Zanotti (Smr)

Max Bart KTM: 44 Morgan Lesiardo (Ita)

JD Gunnex KTM Racing Team: 102 Richard Sikyna (Rce), 313 Petr Polak (Rce)

KTM Team Steels Dr. Jack (Eu): 211 Nicholas Lapucci (Ita), 485 Kim Savaste (Ita)

Beddini Mototecnica Husqvarna (Eu): 275 Joakim Furbetta (Ita)

Gebben van Venrooy Kawasaki MX2 (Eu): Marcel Conjin (Hol)

Ausio Yamaha (Eu): 101 Jorge Zaragoza (Spa)

STC Yamaha (Eu): 331 Loris Freidig (Ger)

iFly JK Racing Yamaha (Eu): 142 Jere Haavisto (Fin), 184 Natanael Bres (Fra)

Vamo Racing Team Honda: Hakan Halmi (Bul)

A1M Husqvarna: 109 Roland Edelbacher (Aut)

E2T Racing Team Husqvarna: 282 Hampus Kahrle (Sve), 783 Enzo Toriani (Fra

GT243 Honda: 731 Maks Mausser (Slo).

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *