FIM E-XBike World Cup

Dopo automobilismo, motociclismo, rally-raid e probabilmente rally, anche il motocross si dà all’elettrico. O meglio, è Youthstream, l’organizzatore del Mondiale motocross e di MXGP/MX2, a farlo. La nuova serie è stata annunciata ieri, in una collaborazione tra FIM, i costruttori delle e-bike e Youthstream, che organizzeranno la FIM E-XBike World Cup, che avrà il suo debutto il 17 agosto a Imola, dopo le qualifiche della MXGP e sul circuito di 1.550m ricavato all’interno dell’Autodromo Enzo e Dino Ferrari per ospitare il Mondiale motocross.

La nuova serie, che ovviamente sarà riservata alle mountain bike elettriche (le e-bike, appunto) e non a moto da cross con powertrain elettrico, è stata presentata ieri a margine dell’MXGP d’Europa a Valkenswaard e avrà una conformazione particolare: mass start ”combinata”, che vedrà scattare in tandem uomini e donne, che poi però verranno divisi in due classifiche separate dopo una gara che durerà 30 minuti più un giro. La FIM E-X Bike World Cup non avrà una vera e propria entry list, ma la gara sarà aperta a chiunque abbia una bici elettrica e voglia mettersi in mostra di fronte alle telecamere di Youthstream e gareggiare contro atleti professionisti, almeno per questo debutto ufficiale a Imola.

Giuseppe Luongo, presidente di Youthstream, ha commmetato così la notizia: ”Siamo entusiasti dell’avvio di questo nuovo progetto avviato insieme alla FIM. Ringraziamo in particolare il presidente Jorge Viegas per la fiducia e l’opportunità che ci ha concesso di sviluppare questa disciplina, che sarà interessante e stimolante. Il nostro obiettivo è quello di dare visibilità e forza mediatica alla FIM E-X Bike World Cup, così da consentire ai costruttori e ai piloti di divertirsi a gareggiare su un circuito estremo, di fronte a un pubblico numeroso e con una grande copertura televisiva. Metteremo a disposizione tutte le nostre risorse per questa competizione, trasmettendo la prima gara live sul nostro sito e sulla pagina Fb di MXGP, che ha 2.5mln di follower”.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *