Mattia Pasini era rimasto fuori dalla griglia della Moto2 al termine della scorsa stagione, nonostante una buona annata, che l’ha visto vincere in Argentina e conquistare qualche pole, chiudendo con 141 punti e al 9° posto: nessun team ha puntato sul Paso, che ha ”ripiegato” sul ruolo di commentatore tecnico per Moto2 e Moto3 davanti ai microfoni di Sky. Il suo, però, voleva essere un arrivederci e non un addio, e così il 33enne romagnolo ha colto la palla al balzo quando il team Pons HP40 l’ha contattato per correre ad Austin.

Inizialmente il suo rientro in Moto2 per una sola gara era in dubbio, proprio perchè Pasini avrebbe voluto un impiego a tempo pieno e non una gara one-shot, ma poi ha ”vinto” la voglia di tornare in pista: Mattia Pasini gareggerà col team Pons ad Austin, sostituendo l’infortunato Augusto Fernandez sulla Kalex motorizzata Triumph. Lo spagnolo si è fratturato ulna e radio del braccio sinistro in Argentina, è stato operato e ovviamente non sarà disponibile il 14 aprile per il GP statunitense: al suo posto correrà Pasini, che in quest’unica (per ora) gara in Moto2 affiancherà Lorenzo Baldassarri (leader del Mondiale) e proverà a mostrare tutto il suo talento e mettersi in mostra, nella speranza di conquistare un futuro ingaggio nella categoria. ”A nessun pilota piace sostituirne un altro per un infortunio, voglio augurare una pronta guarigione ad Augusto Fernandez. Penso alla gara, sono entusiasta di poter correre per Sito Pons. Sono onorato per questa opportunità e spero di poter fare un buon lavoro. Non vedo l’ora di tornare in sella”: queste le parole del Paso, che dunque per una gara abbandonerà la cabina di commento. Augusto Fernandez non sarà l’unico pilota assente ad Austin.

MOTO2, BULEGA OUT AD AUSTIN– Oltre ad Augusto Fernandez, non sarà al via negli States anche Nicolò Bulega. L’italiano aveva sofferto in Argentina, dovendosi ritirare a cinque giri dal termine per un forte dolore al braccio, e il dolore non è passato nei giorni scorsi: gli accertamenti hanno evidenziato una sindrome compartimentale all’avambraccio destro, che l’ha costretto a fermarsi ed essere operato. Bulega, che si era ritirato anche in Qatar, non gareggerà dunque ad Austin, e lo Sky Racing Team VR46 ha deciso di non sostituirlo: tutti sono convinti che rientrerà in pista il 3-5 maggio a Jerez. A difendere i colori del team di Valentino Rossi, dunque, ad Austin ci sarà solo Luca Marini.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *