Giornata uggiosa ad Arco di Trento, dove nella notte ha piovuto parecchio: gli addetti alla pista di Pietramurata hanno dovuto lavorare duramente per sistemare il tracciato, e così il programma viene ritardato di qualche minuto, ma con una pista sistemata nel migliore dei modi per le manches di qualifica. L’MXGP del Trentino rappresenta il quarto appuntamento del Mondiale Motocross, che ha perso una tappa: cancellato l’MXGP di Hong Kong, che era stato spostato a fine calendario qualche settimana fa. Il Mondiale si concluderà così il 15 settembre con l’MXGP cinese a Shanghai, per poi affrontare l’MXoN ad Assen due settimane dopo. Ma ora stop al futuro, e andiamo a scoprire come si sono concluse le manches di qualifica odierne.

MXGP: GAJSER BATTE CAIROLI DI UN SOFFIO!Tim Gajser si conferma il re delle manches di qualifica, ma il suo successo stavolta è decisamente sofferto. Lo sloveno approfitta dell’ottima partenza per prendere un buon margine di sicurezza sui rivali, mentre alle sue spalle Antonio Cairoli è come di consueto un diesel nella gara del sabato, e prende il ritmo man mano che vengono i giri: Tony decide di andare all’attacco della vittoria per far esplodere il pubblico italiano, e in un amen scende da 2”2 a mezzo secondo di distacco. La rimonta però non viene completata, perchè non c’è più tempo: Tim Gajser vince la manche di qualifica con 549 millesimi di vantaggio su Antonio Cairoli, e i due fanno decisamente il vuoto. Il terzo, Arnaud Tonus, è infatti staccato di 29”, precedendo Monticelli (4°), Paulin e Lupino (6°): tre italiani nei primi sei, e domani ci divertiremo ad assistere alle due manches previste, vista la forma di Ivo e Ale Lupino. Completano la top-10 un arcigno Jonass, Seewer, Simpson e Gole: deludenti le gare di van Horebeek e Desalle, che faticano e sono rispettivamente 12° e 16°. Completano il quadro degli italiani De Bortoli, che è 22° davanti a Bernardini e Bonini, Pezzuto che è 29° e Di Marziantonio 31°.

MX2: NUOVA VITTORIA PER JORGE PRADOJorge Prado è tornato dopo l’infortunio con un solo e semplice obiettivo: riprendersi la tabella rossa quanto prima. Lo spagnolo ha iniziato bene, con la doppietta di Valkenswaard, e ora non vede l’ora di vincere anche qui ad Arco di Trento, proprio dove l’anno scorso iniziò la propria rimonta iridata su Pauls Jonass. La manche di qualifica odierna vede un autentico dominio dell’iridato MX2, che non fa prigionieri e strappa la ”pole position” della MX2: Jorge Prado vince autorevolmente, precedendo di 9”8 Jago Geerts e di 15”4 Tom Vialle, mentre delude Thomas Kjer Olsen, che è solo quarto a 26” e dovrà sistemare qualcosa in vista di domani. Completano la top-10 Harrison, Cervellin (6°), Sanayei, Watson, Renaux e Strubhart Moreau: 20° Zonta, 26° Lesiardo.

EUROPEO MOTOCROSS, VITTORIE PER FORATO E GUADAGNINI– Settimana scorsa Alberto Forato aveva disputato due ottime manches a Valkenswaard, dove gareggiava in MX2, stavolta invece torna a portare al successo l’Husqvarna del Team Maddii nell’EMX250: la prima manche vede trionfare ancora l’italiano, autore di una doppietta nel debutto stagionale a Matterley Basin e vincitore di tre manches su tre. Precede di 11” Rubini, mentre completano la top-5 Horgmo, Goupillon e l’altro italiano Tropepe. Vittoria italiana anche nell’EMX125: Mattia Guadagnini conferma il suo ottimo stato di forma, vincendo con 16” sul francese Guyon: 7° Liam Everts, che cresce di gara in gara.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *