Test MotoGP

Botta e risposta. Marc Marquez aveva dominato in lungo ed in largo le prove libere del mattino, mostrando un passo di gara notevole e beffando per soli 78 millesimi Maverick Vinales. Il centauro della Yamaha si è rifatto nel pomeriggio, chiudendo in testa la sessione con il miglior crono di giornata: 2’03”857, 44 millesimi meglio del campione del mondo, secondo in classifica. Giornata dai due volti per Valentino Rossi, che fatica al mattino, con il quinto posto, e risale fino alla terza piazza nel pomeriggio. In generale, dunque, la Yamaha mostra interessanti passi in avanti, specialmente pensando alle problematicità degli ultimi Gran Premi.

DUCATI

Si conferma a suo agio sul circuito di Austin anche Jack Miller: l’australiano è la miglior Ducati in entrambe le sessioni, chiuse rispettivamente con il terzo ed il quarto crono. Cala nelle prove libere 2 Andrea Dovizioso. Il forlivese è quarto in mattinata, frenato anche da un problema meccanico, ma conclude la sua giornata solamente in undicesima posizione. La Rossa di Borgo Panigale conferma dunque una certa difficoltà nell’adattarsi ad un asfalto pieno di buche come quello texano, come testimoniato anche dalla giornata non semplice di Danilo Petrucci, solamente tredicesimo nel pomeriggio.

GLI ALTRI

Si migliora sensibilmente Cal Crutchlow, prima settimo e poi quinto, ribadendo come la Honda, complessivamente sia a buon punto su questo tracciato, anche se in maniera meno dominante rispetto al passato. Importanti le conferme ricevute dalla KTM di Pol Espargaro, sempre saldo in sesta posizione a dimostrazione della bontà del lavoro svolto sinora. La casa austriaca spera di migliorare ulteriormente nel corso del fine settimana. Chi sembra già in difficoltà è Jorge Lorenzo: il pilota Honda è lontanissimo, fuori dalla virtuale Q2. Il “Por Fuera” sta attraversando un momento duro e complicato a causa degli infortuni. Ora però il gap rischia di farsi piuttosto consistente.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *