Dopo le libere ”livellate” di ieri, ci si aspettava molto dalle sessioni di qualifica disputate al Mugello, che come di consueto ospita il GP d’Italia di MotoGP, Moto2 e Moto3. In un circuito che l’ha spesso visto faticare, gioisce Marc Marquez, che con un pizzico d’astuzia strappa la pole al rookie Fabio Quartararo: delude Dovizioso, disastro invece per Valentino Rossi e Jorge Lorenzo. Sorridono in Moto2 Marcel Schrotter e in Moto3 Tony Arbolino. Andiamo ad analizzare tutto ciò che è successo nelle qualifiche.

MOTOGP: MARQUEZ ASTUTAMENTE IN POLE, DISASTRO ROSSI– Honda ha spesso faticato al Mugello, ma non questa volta. Ieri Marc Marquez si era trattenuto perchè era febbricitante, oggi invece festeggia una pole position ottenuta con cattiveria e astuzia: lo spagnolo ha infatti sfruttato la scia di Andrea Dovizioso per strappare la prima posizione a Fabio Quartararo, che si trovava in testa fino agli ultimi istanti delle qualifiche. 1.45.519 il tempo di Marc Marquez, che ha preceduto di 214 millesimi il giovane talento francese, già in pole a Jerez. Marquez scatterà così dal palo, ed è uno degli assoluti favoriti per la vittoria di domani, dato che gli altri big partiranno nelle retrovie o comunque da posizioni non consone al loro lignaggio. Terzo c’è infatti Danilo Petrucci con la prima Ducati ufficiale, staccato di 362 millesimi e a precedere Morbidelli, quarto a 440 millesimi con la seconda Yamaha clienti: seguono Miller e Crutchlow, mentre per trovare la prima Yamaha ufficiale dobbiamo scendere al 7° posto di Maverick Vinales, staccato di 662 millesimi. Ottavo Bagnaia, ottimo ieri, e solo 9° Andrea Dovizioso: il Dovi ha dovuto passare la tagliola della Q1, ed è avanzato di un soffio, per poi chiudere la qualifica ”vera” a 774 millesimi da Marc Marquez, che ha realizzato il tempo prendendogli la scia. Decimo Nakagami, davanti a Espargaro e Michele Pirro, ultimo ad accedere alla Q2. Male Alex Rins, che è stato battuto in extremis da Dovizioso nella Q1 e scatterà 13°, ma peggio di lui fanno altri big: Jorge Lorenzo è 17°, Valentino Rossi addirittura 18° dopo aver chiuso a otto decimi da Dovizioso nella Q1. Il Dottore era convinto di poter fare bene qui, ma la sua Yamaha ha fatto un netto passo indietro e si dovrà rassegnare a una gara di lotta nelle retrovie, con l’ulteriore beffa di non essere riuscito ad effettuare un secondo tentativo perchè i suoi meccanici hanno sbagliato i calcoli. 19° Zarco e addirittura ultimo Iannone, battuto dalle KTM Tech 3. Paura nel finale della Q1 per una caduta di Johann Zarco, che è rimasto agganciato alla sua moto, riuscendo a scendere solo dopo che era entrata nelle ghiaia: per fortuna, nessun infortunio.

MOTO2: POLE A SCHROTTER, BALDASSARRI 15°– Luca Marini aveva dominato le prove libere nella giornata di ieri, ma non scatterà dalla pole position in Moto2: davanti a tutti c’è invece Marcel Schrotter con la moto del team Dynavolt e il tempo di 1.51.129, ottenuto negli ultimi istanti della qualifica e battendo di 40 millesimi il compagno di box Thomas Luthi. Terzo Alex Marquez a 217 millesimi, precedendo Nicolò Bulega, Jorge Navarro e Luca Marini, solo 6° a 355 millesimi: completano la top-10 Nagashima, Lowes, Augusto Fernandez e Gardner. 11° Bastianini, 13° Corsi davanti a Di Giannantonio, all’acciaccato Baldassarri e a Locatelli: solo 18° Pasini.

MOTO3: POLE PER ARBOLINO– Pole sotto la bandiera a scacchi anche in Moto3, ma stavolta ne beneficia un pilota italiano. Tony Arbolino effettua in extremis un grandissimo giro, chiudendo in 1.56.407 e facendo la differenza su tutti gli altri piloti con la Honda del team Snipers: il secondo, Gabriel Rodrigo, è staccato di 673 millesimi, mentre Lorenzo Dalla Porta è terzo a 869 millesimi e Migno quarto è già sopra il secondo. Quinto e sesto Suzuki e Antonelli con le moto del team SIC58, mai due potrebbero essere penalizzati per un ingresso in pista col semaforo rosso. Settimo Fenati, e così ci sono cinque italiani nei primi sette: precede Toba, Fenati e Canet, che è solo 10° a 1”168. 13° e 17° Foggi e Vietti: calo dopo il secondo posto di ieri per Kevin Zannoni, che scatterà 25° con la sua TM.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *