Dopo la gara di St. Jean d’Angely e qualche giorno di pausa, la MXGP riparte dalla Russia e dal tracciato di Orlyonok, situato sulla costa del Sud della Russia e sulle sponde del Mar Nero, che ospita il motocross per la terza stagione consecutiva. Ci attende una pista dura, veloce e compatta, ma anche abbastanza scivolosa, che può dunque mettere in difficoltà i piloti e garantire qualche sorpresa. La grande notizia è il ritorno di Jeffrey Herlings, che si riaffaccia al Mondiale motocross dopo lo stop di oltre quattro mesi per la frattura al piede riportata in allenamento. Andiamo a scoprire cos’è successo nelle due manche di qualifica.

MX2: DOMINIO DI PRADOJorge Prado non fa prigionieri sin dalla qualifica, e prende subito il controllo di una MX2 che lo vede gareggiare con assoluta e totale sicurezza. Lo spagnolo scatta subito in testa, e resiste agli attacchi di Geerts, che poi cala e viene sopravanzato da Thomas Kjer Olsen: il danese prova a portarsi sotto, ma Jorge Prado si difende e lo tiene a debita distanza, vincendo autorevolmente e guadagnando la ”pole” per le due gare di domani. Vittoria per Jorge Prado dunque, con 9” su Olsen e 20”6 su Geerts: quarto Evans davanti a Cervellin e Vialle, con Boisrame, Sanayei, Beaton e Jacobi a completare la top-10. Non sono presenti altri piloti italiani: appuntamento con le gare alle 12 e alle 15 di domani.

MXGP: QUALIFICA A FEBVRE, HERLINGS NELLE RETROVIE. CADE CAIROLI– Parte come un razzo Romain Febvre, che allunga subito su Clement Desalle, Gautier Paulin (migliore nella time practice), Gajser e Cairoli. Caduta e pronta ripartenza per Jeffrey Herlings, al suo ritorno nel Mondiale: mostrerà un buon passo, ma anche un robusto calo col passare dei minuti. Intanto, Paulin, Gajser e Cairoli superano Desalle e si portano all’inseguimento di Febvre: TC222 va all’assalto di Gajser, ma cade malamente (disarcionato dalla KTM, brutta botta alla schiena) ed è costretto a ritirarsi a sei giri dal termine. Cade anche Paulin, e così Gajser arriva secondo senza colpo ferire. Vittoria per Romain Febvre, con 1”6 su Gajser e 12”4 su Paulin: quarto Anstie davanti a Seewer, Desalle, Jasikonis, Tixier, Tonuss e Jonass. Chiude 16° a 1’04” Herlings. Oltre a Cairoli, out anche Lupino e Monticelli per due cadute. Domani si gareggia alle 13 e alle 16 italiane.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *