La Spagna porta bene a Fabio Quartararo. Il francese della Yamaha Petronas ripete l’exploit di Jerez de la Frontera e conquista la sua seconda pole position in quella che è la prima stagione nella top class. Un risultato notevole, preannunciato da giri promettenti nelle sessioni di prove libere. Il debuttante ferma il cronometro sul tempo di 1’39″484, quindici millesimi meglio di Marc Marquez. Il campione del mondo mostra un passo ottimo, ma lascia trasparire un certo nervosismo. La conferma arriva dal litigio con il compagno di squadra Jorge Lorenzo nel corso delle libere odierne. Il Cabroncito lamenta un eccessivo ed ingiustificato rallentamento, ma le frecciate reciproche durante tutta la settimana tra lui ed il Por Fuera fanno capire come in casa Honda non manchi la tensione. Terza posizione per Maverick Vinales.

ITALIA

E l’Italia? I piloti azzurri monopolizzano la seconda fila. Franco Morbidelli è quarto, nonostante un terribile volo in prova. Quinto crono per Valentino Rossi, davanti ad Andrea Dovizioso. Il vincitore del Mugello Danilo Petrucci è settimo, precedendo Alex Rins e Cal Crutchlow. Jorge Lorenzo è decimo. Le due Ducati si candidano ad un’altra gara da protagonisti, mentre il Dottore spera di tornare sul podio dopo un periodo decisamente difficile

MOTO2

Augusto Fernandez è il più veloce nelle qualifiche della categoria di mezzo. Prima fila con Thomas Luthi e Sam Lowes. Dietro di loro Jorge Navarro, Fabio Di Giannantonio ed Alex Marquez. Settimo il leader del Mondiale Lorenzo Baldassarri, davanti a Nicolò Bulega ed Andrea Locatelli.

MOTO3

Nella categoria inferiore scatterà davanti a tutti Gabriel Rodrigo, seguito da Ogura e Tony Arbolino. Quarto posto per Suzuki, mentre il leader del mondiale Aaron Canet è quinto. Protagonista in negativo Niccolò Antonelli, autore di un contatto con Lorenzo Dalla Porta e penalizzato di 12 posizioni in griglia per una precedente infrazione. Il week end catalano, per lui, è già in salita.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *