La scelta di Ferrari e Ducati di fregiare i rispettivi mezzi col marchio ”Mission Winnow”, iniziativa del loro title sponsor Philip Morris, che fa parte di tutta una serie di idee per il futuro della compagnia e per il suo sbarco nelle sigarette elettroniche, ha generato sin da subito polemiche. Qualche mese fa il Codacons ha chiesto di aprire un’indagine riguardo alla sponsorizzazione, che ”promuoverebbe l’utilizzo di sostanze che generano dipendenza”, e non è stata solo l’associazione consumatori a muovere qualche dubbio.

Il regolamento riguardo alle sponsorizzazioni di marchi di sigarette e affini presente in Canada, Francia e Australia hanno costretto Ferrari (e McLaren, sponsorizzata dalla British American Tobacco) a rimuovere il marchio dalla sua vettura, e anche Ducati ha dovuto rinunciarvi a Le Mans e in altre gare. I problemi potrebbero verificarsi anche altrove, e questo avrebbe spinto Ferrari e Ducati a riconsiderare la partnership. Sarebbe stata la stessa Philip Morris a proporre di rimuovere il logo per qualche mese, e fino al termine della stagione: Mission Winnow scomparirà dalla carena di Ducati a partire dalla gara di Assen, e da quelle di Ferrari dal GP di Francia e fino al termine della stagione. Ferrari dovrebbe riproporre dunque la vettura col logo del 90° avversario, e annesse divise per meccanici e quant’altro.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *