Jorge Lorenzo pensa al ritiro. Quante volte abbiamo sentito questa voce incontrollata nelle ultime settimane, ma stavolta i rumours iniziano a farsi più autorevoli: li cita la Gazzetta dello Sport, ma soprattutto iniziano a circolare con insistenza anche nel paddock della MotoGP, che ieri ha corso al Sachsenring con un Jorge Lorenzo ovviamente assente per l’infortunio riportato ad Assen.

Nel weekend olandese, Jorge aveva vissuto un autentico incubo: caduta ad altissima velocità (oltre 200 km/h) e frattura alla sesta vertebra dorsale, nonchè una frattura trabecolare (ovvero che interessa il disco) dell’ottava vertebra. Doppia vertebra ko per JL99, che dunque vive un nuovo anno da incubo dopo i brutti infortuni del suo 2018, che l’hanno visto di fatto chiudere anzitempo la sua esperienza con Ducati e hanno agevolato la chiusura del capitolo in rosso prima dell’approdo all’Honda HRC. L’esperienza con la moto giapponese avrebbe dovuto restituirci un grande Jorge Lorenzo, invece è stata assolutamente disastrosa: per l’infortunio ha disputato solo 7 GP su 9, nei quali ha ottenuto solo 19 punti e al massimo un 11° posto.

Un avvio di stagione da dimenticare, con l’infortunio pre-test che ha di fatto azzerato lo spazio di manovra e di conoscenza della RC213V, e il successivo calvario a centro gruppo. E ad Assen, un nuovo infortunio che verosimilmente terrà fuori Jorge Lorenzo fino ad agosto, se non oltre: Jorge era già caduto nei test di Barcellona, e proprio lì potrebbe essersi procurato la frattura all’interno del disco, aggravata poi dalla nuova caduta. Insomma, la sua annata è totalmente da dimenticare, così come lo sono di fatto (a parte qualche sprazzo) gli ultimi due anni e mezzo, non adatti a un campione del suo calibro e a un 5 volte iridato. Proprio per questo, secondo i rumours, durante la vacanza alle Maldive (MotoGP ferma fino al 4 agosto) Jorge Lorenzo rifletterà sul suo futuro.

In passato aveva già pensato per qualche istante al ritiro, e ora si trova in uno dei momenti più difficili della sua lunga e vincente carriera. Gli infortuni fioccano, con un busto da tenere per almeno tre settimane prima di poter risalire in moto, e i risultati sono ai minimi termini: le ferie serviranno a Jorge per capire se ha ancora le motivazioni per rimettersi in gioco e tentare l’assalto al titolo nel 2020, oppure è giunto il momento di dire basta. Chi gli è vicino parla di un Jorge Lorenzo che sta prendendo seriamente in considerazione l’ipotesi di appendere il casco al chiodo a fine stagione, perchè l’amore per la MotoGP sta scemando con tutte queste cadute e difficoltà. La voce ha del clamoroso, e l’eventuale addio di Jorge Lorenzo riaprirebbe un mercato-piloti decisamente piatto: tutti i big hanno il contratto in scadenza nel 2020, e il solo che potrebbe muoversi nelle case ufficiali è Johann Zarco, tentato da Honda SBK e non convinto del progetto-KTM.

Il potenziale ritiro di Jorge Lorenzo aprirebbe invece una chance in HRC, che al 99% verrebbe coperta da una soluzione interna: Crutchlow o Nakagami (spinto dai vertici-Honda). Questo vorrebbe dire spalancare anche una porta nel team di Lucio Cecchinello, con un sedile vacante da occupare e potenzialmente destinato ad Alex Marquez, che sogna il salto in MotoGP. Ma siamo alle ipotesi, e vedremo cosa deciderà Jorge Lorenzo.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *