La MotoGP è in pausa e nella giornata di ieri nessuna serie motoristica di spicco è scesa in pista, ma la Formula 1 si prepara a tornare prepotentemente in gara: Hockenheim (28 luglio) e Budapest (4 agosto) saranno le ultime gare prima della lunga sosta estiva, che fermerà i motori del circus fino al 1° settembre e al GP italiano di Monza. Ecco perchè le scuderie stanno riflettendo su cosa fare: la maggior parte di loro porterà importanti novità da Monza in poi, ma alcuni team hanno deciso di anticipare i tempi e omologare delle novità già in vista di Hockenheim. Spicca Mercedes, ma c’è anche Racing Point: ecco il punto su queste novità.

MERCEDES: UN NUOVO TELAIO A HOCKENHEIM?– Mercedes continua a dominare il Mondiale con uno strepitoso Lewis Hamilton, ma evidentemente vuole ampliare ulteriormente il suo strapotere e rendere di fatto impossibile ogni tentativo di rimonta. Le nove vittorie in dieci GP non sono bastate al team di Brackley, che vuole rendersi ulteriormente imprendibile e migliorare ancora la W10. Stando a quanto filtra dalle pagine di motorsport.com, infatti, la scuderia anglo-tedesca ha fatto omologare durante questa settimana un nuovo telaio, che avrà delle modifiche volte a rendere ancora più veloce la monoposto affidata a Hamilton e Bottas. Uno sviluppo che sarà finalizzato anche a dare le prime indicazioni per la vettura 2020, e che sarà praticamente non identificabile sulla vettura: le forme saranno le stesse, ma è stato limato il peso della scocca e sono stati introdotti dei concetti leggermente differenti per allontanare ulteriormente la concorrenza di Red Bull e Ferrari. Probabile che questo telaio venga provato rapidamente a Hockenheim, e montato realmente da Budapest in poi.

RACING POINT: UNA NUOVA PELLE PER ”IMITARE” MERCEDES– Quasi un anno fa nasceva la Racing Point, che aveva ereditato debiti e problematiche dalla Force India, e si è strutturata diventando una realtà di mezza classifica, che ha conquistato solo 19 punti con Sergio Perez e Lance Stroll. Dopo le ottime prestazioni della prima parte del 2018 con Perez e Ocon, il team motorizzato Mercedes ha dunque fatto un deciso passo indietro ed è terzultimo nel Mondiale costruttori, ma sta iniziando a prendere le prime contromisure proprio in vista del GP di Germania. La Racing Point ha infatti omologato un nuovo tipo di scocca, intorno alla quale verrà ridisegnata l’intera vettura. A Hockenheim debutteranno un nuovo retrotreno e una nuova aerodinamica al posteriore, disegnate sull’ispirazione di Mercedes. Verrà ridisegnata anche tutta la parte anteriore, anche questa ”copiata” da Mercedes: per queste parti però bisognerà attendere Budapest e il GP d’Ungheria. Una macchina nuova in un paio di settimane dunque, cosa che dimostra le buone disponibilità economiche del team rilevato da Stroll sr e sempre legato a Mercedes.

Novità a Hockenheim dunque, e nel mentre la F1 lavora sul regolamento del 2021: l’unica certezza si chiama effetto-suolo, e si studia una sensibile riduzione di aerodinamica e aiuti elettronici. La F1 vuole tornare più spettacolare.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *