Mattia Guadagnini

Per tutti, sarà lui l’erede di Antonio Cairoli e la prossima speranza del motocross italiano. La pressione dei media del settore è forte su Mattia Guadagnini, talento classe 2002 che sta sicuramente bruciando le tappe, ma al contempo continua a rispondere come meglio sa, in pista: il talento 17enne è saldamente in vetta all’Europeo EMX125 quando mancano solo due tappe, precedendo di 13 punti il francese Guyon e avendo vinto sei manches, con due doppiette ad Arco di Trento e Mantova, e un successo di manche a Valkenswaard e Teutschental.

Il suo percorso nell’Europeo 125 è sicuramente di spessore, e a questo si è aggiunto il titolo FIM Junior Motocross 125cc conquistato proprio in casa e ad Arco di Trento/Pietramurata nelle scorse settimane. Il 17enne vicentino ha ottenuto un titolo già conquistato in passato da piloti di valore come Jonass, Gajser e Geerts e si è ulteriormente messo in mostra di fronte ai top team del Mondiale e agli addetti ai lavori. Sin qui Mattia Guadagnini ha guidato per l’Husqvarna del team Maddii (di Corrado e Marco Maddii), ma nei giorni scorsi ha firmato un contratto con la casa ufficiale: Husqvarna Motorcycles l’ha messo ufficialmente alle sue dipendenze, e seguirà lo sviluppo del talento italiano d’ora in poi.

Il percorso di Mattia Guadagnini, talento più fulgido del motocross italiano (Gianluca Facchetti si è perso, Lesiardo sta faticando a ripetersi), è dunque tracciato: nel 2020, possibilmente da campione europeo (dovrà resistere a Lommel e Uddevalla), effettuerà il grande salto nell’Europeo 250cc sotto la guida dell’Husqvarna Junior Racing Maddii, non cambiando dunque struttura. E, se tutto andrà come deve andare e si confermerà (ha già chiuso secondo a Kegums, da wild card), effettuerà il grande salto nel Mondiale MX2 nel 2021: potrebbe arrivare direttamente nel team ufficiale Husqvarna, potendosi così mettere in mostra con un mezzo decisamente competitivo.

Diego Clement, team manager di Husqvarna Motorcycles, ha commentato così l’ingaggio di Guadagnini: ”Mattia ha mostrato tutto il suo talento ed è un giovane pilota molto promettente, che sta disputando una stagione superba. Non c’è bisogno di dire che siamo estremamente contenti di vederlo continuare la sua crescita professionale con Husqvarna Motorcycles, sotto gli occhi attenti di Corrado e Marco Maddii. La EMX250 è un passo fondamentale per la sua carriera: siamo convinti che Mattia abbia il potenziale per diventare un futuro campione del mondo, per cui non vediamo l’ora di assisterlo nel 2020”.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *