Alex Marquez

Alex Marquez sta crescendo in maniera esponenziale nel suo quinto anno in Moto2: il fratello d’arte, classe ’96, sta letteralmente dominando la categoria nelle ultime uscite delle 600cc, e il suo è uno dei nomi più chiacchierati in chiave-mercato. L’attuale leader della Moto2, che guida la classifica iridata con 33pti di vantaggio su Thomas Luthi, ha vinto cinque delle ultime sei gare, col solo intermezzo del ritiro di Assen, dovuto al contatto con Lorenzo Baldassarri mentre i due stavano lottando per il successo.

Il più giovane dei Marquez, con questo ruolino di marcia e il sogno-Mondiale, avrebbe potuto giocarsi qualche chance in vista di un possibile salto in MotoGP, ma dovrà rimandare questo obiettivo, perchè tutti i posti in griglia nei top team sono di fatto bloccati: il solo posto disponibile sarebbe quello in Ducati Pramac, ma il team deve solo formalizzare il rinnovo con Jack Miller, pilota su cui punta fortemente e che ieri è andato a podio. Dopo la gara di Brno, lo stesso Alex Marquez ha confermato che resterà in Moto2 anche nel 2020, senza però sbilanciarsi riguardo al team con cui correrà.

Il suo agente Emilio Alzamora sta negoziando con Marc VDS il rinnovo annuale con ingaggio ovviamente adeguato a quello di un possibile campione del mondo, ma nelle ultime ore sta prendendo piede un clamoroso cambio di team. Alzamora ha infatti sul tavolo una ricca offerta dal team Petronas Sprinta Racing, gestito dalla stessa proprietà della squadra che sta ben figurando in MotoGP con le Yamaha e con due piloti costanti e veloci come Morbidelli e Quartararo. Attualmente il team Petronas Sprinta Racing fa gareggiare il solo Pawi (infortunato, lo sostituisce Folger), ma nel 2020 vorrebbe investire maggiormente e garantirsi due moto, così da potersi creare una sorta di ”vivaio” per la squadra MotoGP.

Da qui nasce la ricca offerta ad Alex Marquez, che dunque ha sul tavolo una corposa alternativa al team Marc VDS: Petronas gli garantirebbe un altro anno in Moto2 e la serissima possibilità di debuttare in MotoGP l’anno seguente. Al termine della stagione 2020 infatti il contratto di Valentino Rossi con Yamaha si concluderà e il Dottore dovrebbe ritirarsi, lasciando un posto vacante che potrebbe essere preso dall’ottimo Quartararo visto in queste gare. Il posto libero nel team Petronas andrebbe in quel caso a Marquez jr, che ora deve rispondere alla proposta del team malese. Qualche giorno fa Lin Jarvis aveva risposto in maniera piccata alle voci riguardanti il giovane Marquez in Yamaha Petronas: ”Avere un fratello in Yamaha in MotoGP, quando l’altro fratello è il nostro principale rivale, sarebbe strano”. Strano, ma possibile: l’offerta è concreta e si attendono sviluppi.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *