Nei giorni scorsi vi avevamo parlato delle indiscrezioni riguardanti il possibile salto di Alex Marquez nel team Petronas (che dovrebbe puntare su Luca Marini), con la prospettiva di un balzo in MotoGP sulla Yamaha della squadra malese nel 2021, indiscrezioni che sono state spente praticamente dopo pochi giorni. Lin Jarvis ha detto no all’ingaggio di Alex Marquez nella squadra Petronas, temendo che il fratello d’arte potesse passare in futuro informazioni sulla M1 a Marc Marquez. Contestualmente, è saltata anche la clamorosa ipotesi di uno sbarco in HRC per sostituire un Jorge Lorenzo ”corteggiato” da Ducati (sarebbe finito in Pramac): così facendo, si sono chiuse tutte le porte per la MotoGP per Marquez jr, che ha dunque rinnovato col suo attuale team.

Il leader della classifica Moto2, che guida il Mondiale con 43 punti su Thomas Luthi e continua ad allungare nella generale (cinque vittorie nelle ultime sei), resterà dunque nella classe di mezzo anche nel 2020 e poi valuterà tutte le opzioni per il suo futuro. Un futuro che, visto lo scetticismo di Yamaha sul fratello d’arte (condiviso anche da Ducati, che ha subito bloccato le trattative con Pramac), verosimilmente avrà i colori di Honda. Alex Marquez effettuerà così in tutto sei stagioni col team Marc VDS, e verosimilmente si ritroverà a difendere il titolo Moto2 nel 2020, così come aveva fatto qualche anno fa Johann Zarco.

Lo spagnolo ha commentato così il suo rinnovo contrattuale col team di Marc van der Straten: ”Sono molto contento di poter annunciare che nella prossima stagione continuerò a stare con il team Estrella Galicia 0,0 Marc VDS in Moto2. Ringrazio molto la squadra per la sua fiducia, con una rinnovata struttura tecnica, che è parte degli attuali successi, potrò continuare un anno in più a migliorare come pilota ed innalzare il mio livello di guida in preparazione a quello che è il mio sogno, andare in MotoGP. Ringrazio anche Estrella Galicia 0,0 per la fiducia che ha dato in tutti questi anni e Marc Van der Straten che continuerà a sostenermi nella mia carriera affinché possa portare per raggiungere l’obiettivo in Moto2”.

Entusiasmo, ovviamente, anche dal team Marc VDS e dal suo team principal: ”Siamo davvero contenti del fatto che il ragazzo, il pilota, l’uomo, resterà con noi un altro anno. Ci avrebbe fatto piacere un suo passaggio in MotoGP l’anno prossimo, perché si merita il meglio e noi glielo auguriamo. Ma non mi sarebbe piaciuto se fosse rimasto in Moto2 con un’altra squadra. In caso di vittoria del titolo quest’anno, ci sarebbe dispiaciuto se avesse difeso il titolo nel 2020 con una squadra che non fosse quella che lo ha formato in questa classe. Fortunatamente resta con noi e potrà completare il suo percorso in Moto2 con il Team che lo ha visto crescere”.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *