Il Mondiale Rally ci ha abituato ormai a dei trasferimenti clamorosi, e a ritorni romantici. Il primo (nel periodo recente) è stato quello di Sebastien Loeb, ancora in palla dopo il ritiro e in gara anche quest’anno con Hyundai in sei appuntamenti del WRC, poi è toccato a Sebastien Ogier rinverdire il matrimonio con Citroen per inseguire un nuovo titolo mondiale: quel matrimonio non sta funzionando, dato che Ogier ha ottenuto risultati deludenti recentemente ed è terzo nel Mondiale a -40 da Ott Tanak.

L’estone, che guida con 33 punti di vantaggio su Thierry Neuville e 40pti sul francese, sta sognando il suo primo titolo mondiale, ma il rapporto con Toyota non è più solido come un tempo: ci sono state parecchie frizioni col board del team giapponese riguardo al rinnovo, e le discussioni sono state davvero tribolate. Per questo Tanak è diventato il possibile free-agent di spicco del mercato piloti, e il team M-Sport sogna un clamoroso ritorno. La struttura di Malcolm Wilson, da sempre affiliata a Ford, ha scoperto e lanciato Ott Tanak: l’estone ha corso con M-Sport e i team ad essa affiliati dal 2011 al 2017, per poi passare alla guida di una Toyota e dare una spinta alla sua carriera.

Malcolm Wilson sogna però di ingaggiarlo nuovamente, e conta sull’aiuto dei vertici di Ford, che dovrebbero garantire una vettura altamente competitiva e un ingaggio adeguato. Ad Autosport, il team principal britannico ha commentato così i rumours riguardo al possibile ritorno dell’estone, pilota apprezzato per le sue abilità di guida e da collaudatore, che sarebbero fondamentali in vista della svolta ibrida del WRC nel 2022: ”Stiamo cercando di ingaggiare Ott Tanak. Stiamo valutando ogni aspetto, con l’aiuto di Ford: non possiamo lavorare in ottica-2022 senza di loro, e avremo bisogno della loro presenza per realizzare i nostri sogni. Cercheremo di ottenere l’aiuto di Ford e competere ad altissimo livello nei prossimi anni, magari avendo Ott Tanak nuovamente con noi”.

Per Ford ed M-Sport l’ingaggio del possibile campione del mondo rappresenterebbe un colpo di altissimo livello, ma Toyota non molla, e Tommi Makinen sembra sicuro di poter trattenere l’estone: ”Se vuole andare altrove, lo capisco e prenderà la sua decisione. Ma sono convinto che voglia continuare con noi, e stiamo lavorando affinchè ciò avvenga. Non è facile decidere cosa fare negli anni a venire, ma dalla parte del pilota, la scelta più facile è quella di restare dove sei estremamente competitivo…”. Cosa farà Ott Tanak? Firmerà nuovamente con Toyota o tenterà la sorte? Lo scopriremo presto.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *