Hulkenberg

Il mercato-piloti della Formula 1 sta arrivando alle sue fasi decisive. Il rinnovo di Valtteri Bottas con Mercedes ha spinto Esteban Ocon a firmare con Renault per due stagioni, e chi ne ha fatto le spese è stato senza dubbio Nico Hulkenberg: il tedesco, record-man per i GP senza podio in Formula 1 (non ha mai centrato la top-3, risultando molto sfortunato), è stato appiedato dalla scuderia francese e deve ora cercarsi un nuovo team per la prossima stagione.

La pista più calda riguardo al suo futuro, che poi è anche praticamente l’unica per Hulkenberg, porta alla Haas. Dopo i continui contatti dell’attuale stagione, Gunther Steiner si è deciso a spezzare la deleteria coppia formata da Romain Grosjean e Kevin Magnussen, che ha portato solo 26pti al team statunitense.  L’intenzione della scuderia sembra essere quella di proseguire il rapporto con Magnussen e lasciare a casa Romain Grosjean (che ha avuto sondaggi dalla Formula E): Nico Hulkenberg sta trattando con Haas, e la possibile accoppiata col danese ha suscitato la curiosità generale.

I due certamente non si amano, con l’antefatto dell’incidente nel GP d’Ungheria 2017, quando Hulkenberg diede dello stupido a Magnussen e ricevette come risposta un poco oxfordiano ”Succhiami le p***e”. Come se non bastasse, la rivalità è proseguita nella scorsa stagione con vari contatti ravvicinati, testimoniati dai team radio riportati durante la serie Netflix ”Drive to survive”. Insomma, i due non si amano e averli nella stessa squadra potrebbe dar vita a un cocktail pirotecnico, ma Gunther Steiner non sembra preoccupato: ”Abbiamo avuto vari incidenti tra i nostri piloti anche senza precedenti negativi (ride). Gestiremmo la cosa. Non si tratta del loro rapporto, ma della squadra: siamo adulti e la F1 è un business. Sono sicuro che tutti abbiano un collega con cui non amano lavorare. Ma è business, e queste cose vanno affrontate in maniera pratica. Il loro rapporto non influenzerà la nostra scelta: è un problema dei piloti, non nostro”.

Nico Hulkenberg, a Spa, non aveva chiuso alla possibilità di lavorare con Kevin Magnussen: ”Mi piacerebbe lavorare con Kevin. Onestamente, il compagno di squadra è un collega di lavoro e va accettato come tale. Con alcuni ti puoi trovare bene, ma non è un obbligo. Non mi darebbe fastidio e non influenzerà le decisioni che prenderò sul mio futuro”. Anche il danese ha aperto alla possibilità di lavorare con Hulkenberg: ”Il nostro rapporto è stato drammatizzato. Questa cosa ha oggettivamente stancato, perchè abbiamo fatto un solo incidente in Ungheria due anni fa e ancora se ne parla. Non molti piloti sono amici fuori dalla pista. Ci salutiamo alla parata dei piloti e ci sfidiamo in pista, non ci sono problemi tra di noi. Quando sei in una squadra di centro gruppo, conta solo avere un compagno di squadra forte che ti spinga a dare il massimo. Hulkenberg lo è, Grosjean lo è: aspetto la decisione del team”.

Tutto sembra dunque portare alla realizzazione del matrimonio tra Nico Hulkenberg e Haas: si aspettano gli annunci.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *