Test MotoGP Losail

Dopo tre settimane di pausa, la MotoGP e il Motomondiale ripartono dalla seconda gara sul territorio italiano e dal GP “di casa” di Valentino Rossi, che sfoggia per l’occasione un casco celebrativo a tema ”menù Misano”: il grande favorito è ovviamente Marc Marquez, ma Fabio Quartararo è andato fortissimo nelle prove libere, mentre il Dottore vorrà ottenere un risultato speciale a Misano. Tutto da definire dunque in MotoGP, ma anche in Moto2 e Moto3, dove le qualifiche regalano sempre emozioni: andiamo a scoprire i risultati odierni.

MOTOGP: POLE A VINALES E SUPER-ESPARGARO, SCREZIO TRA MARQUEZ E ROSSI– Dalla Q1 accedono alla sessione decisiva Johann Zarco e Joan Mir, ed è disastro Ducati: Bagnaia resta out per soli tre millesimi, mentre Petrucci è addirittura in 17a posizione precedendo un Jorge Lorenzo in recupero dall’infortunio e in lenta crescita. La Q2 ha come iniziali protagonisti Quartararo e Morbidelli, mentre Marquez è leggermente più lento delle Yamaha e si piazza in terza posizione. L’ultimo tentativo ci fa assistere a un lampo di Pol Espargaro, che sembra essere in grado di conquistare la pole position con una KTM sorprendente, però poi arriva Maverick Vinales: è Top Gun l’autore della pole position con lo strepitoso tempo di 1.32.265. Nel finale, screzio tra Rossi e Marquez, coi due che rischiano di centrarsi al Carro e si mandano apertamente a quel paese: Marquez aveva superato Rossi all’ingresso del curvone, uscendo sul verde e invalidando il suo giro, ma il Dottore arrivando lungo al Carro aveva poi ostacolato lo spagnolo, creando un momento di forte tensione tra due piloti che già non si amano particolarmente. Il risultato finale delle qualifiche vede Vinales in pole con 295 millesimi di vantaggio su Pol Espargaro che è secondo a sorpresa, con Fabio Quartararo terzo a 306 millesimi. Quarto Morbidelli (+0.445) davanti a Marquez (+0.477). Sesto Dovizioso che si rialza col secondo tentativo (era ultimo) e chiude a 773 millesimi, precedendo Valentino Rossi che è settimo a 814 millesimi. Completano la top-10 Zarco, Rins e Mir.

MOTO2: POLE PER DI GIANNANTONIO- La Moto2 perde subito due protagonisti nelle ultime libere. Mattia Pasini salterà il GP dopo essersi incrinato una vertebra in una caduta, oltre a procurarsi una forte contusione al coccige: out anche Schrotter, che come il Paso è stato dichiarato ”unfit’ dopo una caduta. La pole position va a Fabio Di Giannantonio, che conquista la prima partenza dal palo nella categoria e nel GP casalingo: chiude in 1.37.481 e precede di 137 millesimi Alex Marquez e di 164 millesimi Augusto Fernandez. Quarto Remy Gardner davanti a Nagashima e Vierge, con Luthi settimo davanti a Lowes, Bezzecchi e Bastianini. 11° Locatelli, che è l’ultimo pilota sotto il mezzo secondo di distacco: precede Marini, Bulega e Baldassarri, e ci sono 17 giocatori sotto il secondo.

MOTO3: PRIMA POLE PER TATSUKI SUZUKI– A Misano Adriatico arriva la prima pole del “giapporiccionese” Tatsuki Suzuki: il pilota della SIC58 Squadra Corse, che era stato costretto a passare dalla Q1, conquista il primo posto nelle qualifiche proprio sul circuito dedicato a Marco Simoncelli. Una pole position quasi poetica, e ottenuta con un gran tempo: Tatsuki Suzuki chiude in 1.42.844, rifilando 121 millesimi ad Aron Canet, che come lui è passato dalla prima qualifica. Terzo Tony Arbolino a 127 millesimi, precedendo Jaume Masia, Celestino Vietti e Niccolò Antonelli, con Lorenzo Dalla Porta settimo dopo una caduta e staccato di 341 millesimi. Completano la top-10 Arenas, Ramirez e Migno: 13° Dennis Foggia, mentre partirà dalla 18a posizione Romano Fenati, autore di un high-side prima di completare un singolo giro nella Q2.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *