Nei giorni scorsi si è parlato molto del mercato-piloti della F1, con le voci scatenate dalla separazione tra Renault e Nico Hulkenberg: la casa francese non ha confermato il tedesco e ha ingaggiato Esteban Ocon per due stagioni, appiedando così ”Hulk” e costringendolo a cercarsi una nuova scuderia per rimanere nel circus. Il veloce pilota tedesco, recordman per il numero di GP consecutivi senza podio (un triste primato) aveva avuto dei contatti con Haas e sembrava davvero vicino a sostituire Romain Grosjean nel team statunitense, ma questa pista si è clamorosamente chiusa oggi.

Haas ha infatti annunciato di aver confermato la strana coppia formata da Kevin Magnussen e Romain Grosjean anche per il 2020, per quella che sarà la quinta stagione del pilota francese nel team. Una decisione a sorpresa, perchè l’appiedamento di Grosjean e la sostituzione con Hulkenberg sembravano cose fatte. Gunther Steiner ha annunciato la decisione quest’oggi, spiegando così la permanenza del francese, autore di svariati errori e di numerosi contatti col compagno di squadra: ”Spero che Hulkenberg stia in Formula 1 perché è un buon pilota e mi piace, ma alla fine abbiamo deciso di tenere Grosjean: è nel team da 4 anni e conosciamo i suoi alti e bassi, sappiamo che se è in giornata sì, allora è un ottimo pilota e, a sua volta, lui conosce benissimo la squadra. La ragione per cui la macchina di quest’anno non va come vorremmo in termini di prestazioni non è per colpa dei piloti. Cambiarne uno non ci avrebbe aiutato, e non volevamo prendere rischi. Siamo stati d’accordo con Gene Haas su questa decisione, e non abbiamo mai offerto un contratto a Hulkenberg: ci sono stati dei contatti e dei discorsi, ma nessuna offerta ufficiale”.

Niente Haas dunque per Nico Hulkenberg, che rischia di restare fuori dalla F1 nella prossima stagione. I posti liberi sono ormai ridotti a un lumicino: le speranze del tedesco sono legate a un’eventuale non conferma di Albon in Red Bull o al siluramento di uno tra Kvyat e Gasly dalla Toro Rosso, ipotesi decisamente poco probabili. Le alternative sono dunque ridotte, perchè di fatto al momento l’unico posto sicuramente libero per il 2020 è in Williams: Robert Kubica ha annunciato quest’oggi l’addio alla scuderia britannica per inseguire nuove sfide professionali (sogna una permanenza in F1, ma dovrebbe sbarcare nel DTM con BMW), e dunque si cerca un nuovo compagno per George Russell, anche se il favorito è l’attuale terzo pilota Nicholas Latifi. Una Williams così disastrosa però non è certamente una prospettiva attraente, e così il tedesco si è offerto all’Alfa Romeo: Antonio Giovinazzi è in crescita e ha il forte supporto di Ferrari, ma ha comunque ottenuto pochi punti (3) e la prospettiva di ingaggiare un pilota forte come Hulkenberg al fianco di Raikkonen potrebbe scompaginare tutte le carte. Sauber e Williams sono dunque le reali opzioni per il tedesco: quale sarà il futuro di Nico Hulkenberg?

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *