Charles Leclerc Bahrain

Singapore è storicamente una pista Mercedes, e dovrebbe favorire le Frecce d’Argento anche quest’anno, interrompendo la serie di due vittorie consecutive di Charles Leclerc. Le prove libere hanno dato però segnali contrastanti: Max Verstappen in testa nelle FP1, Lewis Hamilton in fuga nelle FP2, acuto di Charles Leclerc stamattina. La sensazione è che le Mercedes non abbiano dato tutto e possano stracciare la concorrenza quest’oggi: andiamo a scoprire cos’è successo nelle qualifiche del GP di Singapore, che come sempre viene corso in notturna.

Q1: BOTTAS DAVANTI A TUTTI, FERRARI STACCATE– C’è Charles Leclerc davanti a tutti nelle prime fasi della Q1: il monegasco non si prende troppi rischi e chiude poco sopra l’1.38, tenendo la testa per 3/4 della prima sessione di qualifica e venendo seguito da Sebastian Vettel, che si migliora e avvicina pian piano il compagno. Ferrari sogna in grande su una pista sfavorevole, ma poi viene riportata alla dura realtà dallo strepitoso giro di Valtteri Bottas con gomma gialla: 1.37.317 per il finlandese, che precede di 248 millesimi Lewis Hamilton e stacca nettamente le Ferrari. Terzo Charles Leclerc, che è staccato di 697 millesimi e storce il naso, mentre Sebastian Vettel è quarto a 1”057 e precede Max Verstappen, staccato di 1”2. Sesto un ottimo Lando Norris, mentre Sergio Perez (che scatterà cinque posizioni indietro per la sostituzione del cambio) riacciuffa la Q2 in extremis lasciando fuori Daniil Kvyat, che è out per soli 15 millesimi: oltre al russo, vengono eliminati Stroll, Grosjean, Russell e Kubica.

Q2: ACUTO DI CHARLES LECLERC– Tutte le top-scuderie montano gomma rossa, quella con cui s’inizierà la gara per poi passare alla media e concluderla in totale tranquillità, visto che entrambe le mescole sembrano poter tenere parecchi giri. Dopo lo ”schiaffone” della Q1, a sorpresa ecco una grande Ferrari, con Charles Leclerc che timbra il primo tempone e chiude in 1.36.930, precedendo Hamilton e Verstappen. Tutti si aspettano il rientro delle Mercedes nella seconda tornata con gomma rossa nuova, e invece Charles Leclerc chiude davanti a tutti nonostante un rischio enorme nel primo settore: tempo di 1.36.650 per il monegasco, che precede di 70 millesimi Vettel e di 283 millesimi Hamilton, con Verstappen (+0.439) quarto davanti a Bottas (+0.492). Accedono alla Q3 anche Norris, Albon, Sainz, Ricciardo e Hulkenberg: out Perez, Giovinazzi, Gasly, Raikkonen (che ha toccato il muro, senza danni) e Magnussen, col messicano eliminato per soli 40 millesimi e destinato a scattare dalla 16a posizione per la penalizzazione.

Q3: STREPITOSA POLE DI CHARLES LECLERC– Tutti si aspettano la riscossa delle Mercedes, invece Ferrari sorprende nuovamente tutti grazie agli aggiornamenti all’alettone anteriore che sono stati portati qui e hanno nuovamente aumentato il carico aerodinamico. Il primo giro, pazzesco, è di Sebastian Vettel, che si prende parecchi rischi e chiude in 1.36.437, sfiorando i muri di Singapore: seguono Leclerc e Verstappen a tre decimi, mentre le Mercedes sono a un secondo di ritardo e più lente di mezzo secondo rispetto alla Q2. Vettel lancia l’assalto alla pole position, ma abortisce il giro perchè non si sta migliorando, e lascia la scena a Charles Leclerc: il monegasco ottiene il record nel primo settore, perde la macchina in tre occasioni, ma sorpassa il compagno con un tempo strepitoso. 1.36.217 per Leclerc, che conquista la terza pole position consecutiva, la quinta stagionale (poleman dell’anno, con Hamilton e Bottas a 4), e partirà nuovamente davanti a tutti: precede di 191 millesimi un Lewis Hamilton che dà il colpo di coda e di 220 millesimi Sebastian Vettel. Quarto Max Verstappen, staccato di 596 millesimi, e quinto Valtteri Bottas a 929 millesimi: completano la top-10 Albon, Sainz, Ricciardo, Hulkenberg e Norris. Domani una Ferrari scatterà davanti a tutti: arriverà la terza vittoria consecutiva per il predestinato?

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *