F1

Dopo la doppietta delle Ferrari a Singapore, su un tracciato storicamente favorevole a Mercedes, la F1 riparte dalla Russia e dal tortuoso circuito di Sochi, un’altra pista che ha portato sempre bene alle Frecce d’Argento: la gara, arrivata dopo il passaggio alle power unit ibride, ha infatti visto sempre trionfare le vetture di Brackley. Stavolta però sembra soffiare un vento nuovo sin dalle prove libere: come a Singapore, Mercedes sembra in difficoltà, col miglior tempo assoluto fatto segnare da Max Verstappen, seguito dalle Ferrari.

FP1: LECLERC DAVANTI A TUTTI, VERSTAPPEN SUBITO DIETRO– Dopo la vittoria ”rubata” da Sebastian Vettel a Singapore e le scuse alla Ferrari per tutta quella serie di team radio polemici, Charles Leclerc riparte subito fortissimo a Sochi, ed è primo nella sessione inaugurale delle prove libere del GP di Russia. Il monegasco stampa il tempo di 1.34.462 e si conferma in forma strepitosa, precedendo di 82 millesimi Max Verstappen, che come tutti i piloti motorizzati Honda riceverà una penalizzazione (+5 posizioni) per la sostituzione dell’unità termica del loro motore. Terzo Sebastian Vettel, che chiude a 543 millesimi dal compagno di squadra e precede le Mercedes, che a differenza dei primi tre non hanno utilizzato le gomme soft. Quarto posto per Valtteri Bottas, staccato di 736 millesimi, con Lewis Hamilton quinto a 949 millesimi: la sessione di Bottas si è interrotta anzitempo per un problema all’ala, dato probabilmente da un guasto al DRS. Sesto e primo sopra il secondo Alex Albon, che come Verstappen verrà penalizzato domani. Seguono le Renault di Hulkenberg (+1.278) e Ricciardo, ottavo a 1”8, precedendo Perez e Grosjean, che è staccato di due secondi dal leader. 11° posto per Carlos Sainz, che si piazza davanti a Gasly, Magnussen, Stroll, Raikkonen e Norris, con otto piloti in mezzo secondo (da Ricciardo, 1”8, a Norris staccato di 2”3). 17° posto per Antonio Giovinazzi, che si piazza a 2”8, mentre sono oltre i 4” Russell, Kvyat e Kubica. Il russo e padrone di casa ha completato solo cinque giri, e scatterà dal fondo per aver sostituito tutte le componenti della power unit.

FP2: MAX VERSTAPPEN DAVANTI A TUTTI– Nella seconda sessione delle prove libere, c’è invece una Red Bull davanti a tutti, ed è quella di Max Verstappen. L’olandese guida col crono di 1.33.162, precedendo di 335 millesimi Charles Leclerc e di 646 millesimi Valtteri Bottas sulla prima delle Mercedes. Quarto posto per Hamilton, staccato di 798 millesimi, mentre Sebastian Vettel è quinto e staccato di 1”039. Sesto tempo per Pierre Gasly, a 1”8 dal leader, precedendo Perez, Hulkenberg e Albon, che è soltanto decimo dopo una sessione complicata, nella quale non è riuscito a far rendere al meglio la gomma soft. 11° posto per Lando Norris, che precede Kvyat, Magnussen, Ricciardo, Raikkonen, Grosjean e Sainz che è solo 17°: ci sono dunque 11 piloti in sei decimi, per quella che si preannuncia essere una sessione di qualifica estremamente equilibrata nella middle-class della F1. Chiudono il gruppo Antonio Giovinazzi, 18° a 2”8, e le Williams di Russell (+3.623) e Kubica (+4.676).

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *