Toprak Razgatlıoğlu
Dopo la lite, l’ufficialità. Il mancato utilizzo di Toprak Razgatlıoğlu nella 8 ore di Suzuka, vinta da Kawasaki utilizzando i soli Rea e Haslam, aveva sancito la rottura tra la casa di Akashi e il pilota turco, assistito da Kenan Sofuoglu: il pluricampione della Supersport aveva infatti rilasciato un’intervista dai toni durissimi contro Kawasaki, preannunciando di voler portare il suo pupillo e assistito altrove.
Toprak Razgatlıoğlu, che Kawasaki aveva “parcheggiato” nel team Puccetti con la prospettiva di promuoverlo nel team ufficiale nel 2020 o nel 2021, è il miglior talento U25 della Superbike, e dopo quello sgarbo ha iniziato una reale trattativa con Yamaha per la prossima stagione. Nel paddock non si parlava d’altro da settimane, e nella giornata odierna è arrivata l’ufficialità della firma del pilota turco con la casa del Diapason: Razgatlıoğlu ha firmato un contratto pluriennale con Yamaha e andrà ad affiancare Michael van der Mark nel 2020, con l’obiettivo di strappare il titolo SBK a Jonathan Rea e lottare per un’ottima posizione nel Mondiale.
Il giovane Toprak sostituirà dunque Alex Lowes, destinato a ripiegare sulla Kawasaki (nel team ufficiale al posto di Haslam o con Puccetti?), e proseguirà la sua sfolgorante ascesa nel mondo delle derivate di serie: Razgatlıoğlu, pilota classe ’96, ha esordito nel paddock SBK nel 2015 (dopo due anni nella Red Bull Rookies’ Cup), vincendo l’Europeo Superstock e saltando poi in Supersport. Gli ottimi risultati gli sono valsi la conferma nel team Puccetti, che l’ha fatto esordire in Superbike nel 2018: nel suo anno d’esordio ha conquistato due podi (2° a Donington, 3° a El Villicum) e 151pti complessivi, quest’anno si trova già a quota 260pti, con dieci podi complessivi e due vittorie nell’ultimo weekend a Magny Cours. Ora, a 23 anni compiuti, ha firmato con Yamaha e cambierà team nella prossima stagione, andando a costituire una coppia di piloti giovani, talentuosi e affamati con Michael van der Mark.
Eric de Seynes, presidente di Yamaha Motor Europe, ha commentato così l’arrivo di Toprak Razgatlıoğlu: ”Toprak è il pilota giovane più entusiasmante della Superbike e sono felice ed orgoglioso di dire che correrà con noi nel 2020. Se consideriamo la progressione di Razgatlıoğlu di quest’anno, alla sua seconda stagione in Superbike, ci rendiamo conto del fatto che siamo di fronte ad un grande talento con uno spirito da guerriero. Così come il compagno di squadra del prossimo anno, Michael van der Mark, è un pilota che trova sempre qualcosa in più il giorno della gara ed è pronto a spingere al limite per superare ogni ostacolo. Lo abbiamo visto chiaramente a Magny-Cours, dove ha recuperato dalla sesta fila della griglia di partenza per andare a vincere la sua prima gara. Abbiamo anche visto che quest’anno Yamaha ha ridotto il gap dai propri rivali in pista e non vedo l’ora di vedere cosa farà Toprak in sella alla YZF-R1 nel 2020. Con Michael e Toprak penso che avremo uno dei team più forti e dinamici della griglia di partenza della Superbike del prossimo anno”.
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *