Ott Tanak

Il GP d’Australia della MotoGP ha incoronato nuovamente Marc Marquez (5° successo consecutivo), mentre in Moto2 ha vinto Binder e la festa-titolo di Alex Marquez è stata rimandata, e in Moto3 Lorenzo Dalla Porta ha conquistato vittoria e titolo mondiale. La F1, invece, scatterà ufficialmente alle 20.10 italiane, e mentre l’aspettiamo è giunto il momento di fare il punto sulle altre serie motoristiche: quest’oggi gareggiava anche il Mondiale Rally, che è stato assegnato meritatamente a Ott Tanak, mentre nella giornata di ieri si era chiusa ufficialmente la stagione della Superbike. Andiamo a ripercorrere queste gare.

WRC: IL RALLY CATALUNYA INCORONA OTT TANAK, È LUI IL CAMPIONE DEL MONDO– La Francia dominava il Mondiale Rally dal quindici anni, con nove titoli di Sebastien Loeb e sei titoli di Sebastien Ogier, ma la dinastia “dei Seb” si è interrotta quest’oggi. Il “guastafeste” di lusso è un estone di 32 anni, che ha portato sul tetto del mondo la Toyota Yaris WRC #8: col secondo posto odierno nel Rally Catalunya, sommato alla vittoria della Power Stage, Ott Tanak ha infatti conquistato il suo primo titolo mondiale, affiancato dal fido copilota Martin Jarveoja. Tanak ha ceduto alla commozione subito dopo l’arrivo, e ha oscurato la vittoria di Thierry Neuville, vero vincitore del Rally catalano e attuale secondo nel Mondiale: il belga, vincitore di tre gare quest’anno e dodici in carriera, resta nuovamente a secco alla voce “titoli mondiali”, e si conferma (ahilui) l’eterno secondo del Mondiale Rally. La parziale consolazione potrebbe arrivare se Hyundai vincesse il Mondiale costruttori in Australia, visto che gran parte dei punti ottenuti dalle i20 Coupé WRC Plus portano la sua firma. Vittoria a Neuville e secondo posto per Tanak dunque, mentre il terzo posto va a Dani Sordo, perfetto scudiero nelle vetture coreane: quarto, sempre su Hyundai, Sebastien Loeb, che precede Latvala e le M-Sport di Elfyn Evans e Suninen. Solo ottavo Sebastien Ogier, il cui weekend è stato distrutto da un guasto idraulico al servosterzo nella 2a speciale: un guasto che ha portato sua moglie ad attaccare duramente Citroen sui social (”Vergognatevi, avete dato a un campione del mondo una macchina di m***a come questa”), prima di cancellare il post. Vittorie per Mads Ostberg nella categoria WRC2 Pro, precedendo le Skoda di Kopecky e Kalle Rovanpera. Nel Mondiale, Ott Tanak ha conquistato il suo titolo mondiale arrivando a quota 263pti, +36 su Neuville e +46 su Ogier: i due si giocheranno il secondo posto, e l’anno prossimo Ogier proverà a riprendersi il Mondiale prima del già annunciato ritiro dal WRC. Era dal 2004 che il titolo WRC andava ai francesi, il 2019 invece incorona un estone.

SBK: TRIS DI JONATHAN REA IN QATAR, KAWASAKI VINCE IL COSTRUTTORI– Il Mondiale SBK era già stato assegnato a Jonathan Rea che, dopo un avvio reso complicato dalle limitazioni regolamentari alla Kawasaki (meno giri-motore) e dalla prepotenza del V4 Ducati (11 vittorie consecutive per Bautista), ha ripreso a dominare. Il dominatore della SBK ha iniziato a vincere in Italia e non si è più fermato, conquistando in tutto 17 vittorie di manche stagionali, vincendo le ultime cinque gare della stagione e arrivando a quota 88 vittorie in SBK. Una stagione che si è conclusa ieri a Losail, in Qatar, con un weekend nettamente dominato da Rea e dalla Kawasaki: Johnny ha vinto gara-1 con 2”7 su Davies e 5” su Lowes, e poi si è ripetuto nelle altre prove, continuando il suo dominio. Nella Superpole Race, Rea ha chiuso primo con 2”3 su Bautista, e poi il britannico ha trionfato anche in gara-2, precedendo Chaz Davies e nuovamente Bautista, che ha concluso la propria esperienza in Ducati (passerà in HRC) con due podi e il secondo posto nel Mondiale. Nella classifica iridata Jonathan Rea chiude con 663pti, +165 su Bautista e +222 su Alex Lowes che chiude terzo su una Yamaha che, ironia della sorte, non l’ha confermato per la prossima stagione e schiererà vd Mark (4°, 327pti) e Razgatlioglu (5°, 315pti) nel team ufficiale. Nel Mondiale Supersport, invece, successo per Randy Krummenacher, che diventa il primo svizzero iridato nelle serie affiliate alla SBK: con 213pti, l’ex Motomondiale ha preceduto di 6pti Caricasulo e di 13pti Cluzel. Il weekend qatariota conclude la stagione della SBK mondiale: la BSB invece era stata assegnata settimana scorsa, col successo di Scott Redding (697pti, +5 su Brookes).

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *