Lawrence Stroll continua a investire nel mondo dei motori e del motorsport, ma soprattutto continua a studiare nuovi modi e metodi per “foraggiare” la carriera motoristica del figlio Lance, che certamente non si sta dimostrando all’altezza della situazione. L’anno scorso l’imprenditore canadese, proprietario di svariati marchi di moda (tra cui figurano Tommy Hilfiger e Ralph Lauren, mentre è fallito l’assalto a Versace) e con un patrimonio netto stimato in 2.6 miliardi di dollari, aveva ovviato al rischio di “eliminazione” del pargolo dalla griglia della F1 acquistando l’ormai ex Force India, poi ridenominata Racing Point, e di fatto garantendo un impiego al giovane Lance Stroll per almeno due stagioni.

L’avventura nel 2019 è andata com’è andata: Racing Point ha conquistato 73pti e ha chiuso 7a nel costruttori, ma di questi solo 21 sono arrivati dal figlio d’arte ed ex campione F3 (2016), che vanta come miglior risultato il 4° posto nella pazza gara di Hockenheim ed è andato solo sei volte a punti in 21 GP, venendo spesso battuto da Sergio Perez. La carriera di Lance Stroll non decolla dunque, e il padre studia nuovi metodi per provare a “incentivarla”. Secondo quanto riportano Autocar Magazine e Racing Fans, Lawrence Stroll starebbe per acquistare il pacchetto di maggioranza della Aston Martin: la casa britannica, famosa per le vetture di James Bond e vincitrice di molte gare nell’endurance, si è trincerata dietro un no comment, ma la Borsa ha reagito con l’aumento del 20° delle azioni da mercoledì ad oggi al London Stock Exchange.

L’investimento di Lawrence Stroll in Aston Martin non sarebbe affatto casuale. La casa britannica è attualmente partner di Red Bull, e questa collaborazione sarebbe destinata a terminare con l’eventuale acquisto da parte dell’imprenditore canadese. Tra l’altro, si vocifera che in caso di buona riuscita dell’operazione, il marchio potrebbe subentrare a Racing Point in F1: difficile che capiti subito, ma il takeover di Aston Martin nell’ex Force India potrebbe capitare nel 2021, coi nuovi regolamenti. La F1 acquisterebbe così una nuova casa costruttrice di prestigio, e il team di Lawrence Stroll vedrebbe aumentare decisamente il suo budget e il suo know-how nel mondo delle corse. Questa operazione potrebbe garantire un futuro più roseo a Lance Stroll, e rappresenterebbe una grande mossa imprenditoriale. Vedremo se il tutto andrà in porto, e Lawrence Stroll riuscirà nel suo intento.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *