Jorge Lorenzo

“Ritornerò sicuramente nel paddock. Presto annuncerò qualcosa. Ho viaggiato per 17 anni e ho sempre alloggiato negli stessi hotel. Mi sono sempre visto come una persona felice, ma se hai l’opportunità di vivere senza pressione, allora sei più felice di farlo”. A poche settimane dall’annuncio ufficiale del ritiro della MotoGP, e dopo una meritata vacanza a Bali per staccare la spina, Jorge Lorenzo ha parlato così alla trasmissione austriaca ServusTV, aprendo uno spiraglio a un ritorno nel paddock.

Il maiorchino aveva detto di volersi staccare completamente da quello che è stato il suo mondo per oltre quindici anni, ma sembra aver già cambiato idea e potrebbe rientrare in MotoGP con un ruolo diverso da quello avuto in precedenza. Stando ai rumours circolanti in queste ore, infatti, Yamaha avrebbe proposto a Jorge Lorenzo un contratto da collaudatore per la prossima stagione: Lorenzo andrebbe così ad aiutare una casa che ha vinto gli ultimi tre titoli mondiali (2010, 2012, 2015: Rossi non vince dal 2009) proprio con lui, e ha iniziato ad avere difficoltà nello sviluppo della moto proprio dopo la sua partenza con destinazione-Ducati (e in seguito, Honda).

Nei mesi scorsi Yamaha, che ha affidato il suo test team a Mario Meregalli, aveva cercato un collaudatore europeo su pressione di Valentino Rossi: dopo il mancato rinnovo a Jonas Folger, la casa del diapason si era fiondata su Johann Zarco in seguito alla separazione da KTM, ma il francese aveva rifiutato per la suggestione-HRC e poi si è accasato in Ducati Avintia, con la speranza di guadagnarsi una chance nel team ufficiale della Rossa di Borgo Panigale nel 2021. A quel punto Yamaha aveva annunciato di voler limitare il suo test team ai collaudatori giapponesi Katsuyuki Nakasuga e Kohta Nozane, due piloti dalla limitata velocità, ma bravissimi nel collaudo.

Ora però si riapre la possibilità legata a Jorge Lorenzo: vedremo quale sarà la risposta del maiorchino, che sicuramente sarà nel paddock-MotoGP a Jerez per acquisire lo status di MotoGP Legend.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *