Fabio Quartararo

Il mercato-piloti si preannunciava come parecchio infuocato, e tutti gli occhi erano puntati sulle prime mosse delle principali case motociclistiche. I principali protagonisti della MotoGP hanno infatti il contratto a scadenza al termine della stagione: Dovizioso, Marquez, Rossi, Vinales, Quartararo ecc ecc. Tutti quanti si aspettavano che il primo rinnovo a essere ufficializzato fosse quello di Marc Marquez, a maggior ragione dopo che HRC ha scelto di affiancargli il fratello Alex, invece Yamaha ha sorpreso tutti annunciando il prolungamento con Maverick Vinales.

Top Gun, d’altronde, è stato l’unico pilota capace di portare alla vittoria la casa di Iwata nelle ultime due stagioni (tre successi), e si è guadagnato sul campo il prolungamento nonostante qualche difficoltà e le divergenze con Valentino Rossi sullo sviluppo della moto ufficiale, che probabilmente hanno aumentato la confusione di una casa che fa grande fatica a tornare a lottare concretamente per il Mondiale. A quel punto, dopo il rinnovo con Vinales, tutti si chiedevano chi sarebbe stato il suo compagno di squadra nel 2021: la scelta più logica portava al giovane Diablo Fabio Quartararo, autore di una grandiosa annata da rookie con Yamaha Petronas, e la casa del diapason ha optato proprio per questo.

Sky l’aveva anticipato un paio di ore fa, e ora è ufficiale. Fabio Quartararo è stato promosso dal team Petronas alla Yamaha Factory, dopo una grande annata che l’ha visto conquistare sei pole position e sette podi, con 192pti complessivi. Fabio Quartararo correrà così col team ufficiale a partire dal 2021, candidandosi a sfidante di Marquez, e ha commentato così la notizia: “Sono lieto di ciò che il mio management ha realizzato insieme alla Yamaha negli ultimi mesi. Non è stato semplice, ma ora un piano chiaro per i prossimi tre anni e sono davvero felice. Lavorerò sodo come ho fatto l’anno scorso e sono estremamente motivato ad ottenere grandi prestazioni. L’inverno è stato anche troppo lungo e sono davvero entusiasta di andare a Sepang la settimana prossima per guidare la nuova M1. Voglio ringraziare anche la Yamaha Petronas per avermi dato l’opportunità di esordire in MotoGP nel 2019. Darò il massimo per renderli orgogliosi anche quest’anno”.

MOTOGP: FINISCE L’ERA-ROSSI NEL TEAM UFFICIALE YAMAHA– La firma di Fabio Quartararo col team Yamaha Factory porta implicitamente alla fine della seconda avventura di Valentino Rossi nella squadra ufficiale Yamaha. Il Dottore festeggerà a breve 41 anni, ha il contratto in scadenza e non ha ancora deciso cosa fare del suo futuro: Rossi deciderà solo a stagione in corso se continuare o smettere, dopo la buia annata appena conclusa, nella quale ha faticato ad essere competitivo in molte gare. Yamaha ha pensato al futuro, ma lascia anche una porta aperta al Dottore. Rossi deciderà se continuare nel 2021 o smettere solo a metà stagione, e con una nota pubblicata sui suoi social, la casa nipponica svela che “qualora dovesse proseguire, fornirà volentieri una moto ufficiale e supporto tecnico”. A quel punto, però, Valentino Rossi dovrebbe firmare col team Petronas o costituire un team privato in MotoGP, perchè i posti nella squadra ufficiale sono esauriti. Che farà il Dottore? Proseguirà un altro anno o si ritirerà al termine della stagione? La mossa più logica porterebbe all’addio alla MotoGP a fine 2020, ma chissà…

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *