Com’era già accaduto in F1, anche in MotoGP la pandemia del COVID-19 continua ad assottigliare il calendario delle gare previste e mettere in dubbio l’effettivo svolgimento del campionato. Dopo i recenti addii al GP d’Italia e a quello di Francia, il Motomondiale sembrava destinato a riprendere nel weekend del Sachsenring (21-23 giugno), ma non sarà così: gli sviluppi della pandemia e le preoccupazioni globali rendono impossibile una rapida ripartenza, a maggior ragione dopo la decisione di alcuni paesi (Olanda, Francia, Belgio) di bloccare gli eventi sportivi fino a settembre.

Così, mentre la F1 si scervella su come ottenere un calendario di 15/18 GP con partenza a luglio in Austria e possibilità di disputare più weekend sullo stesso circuito, la MotoGP saluta altre tre gare. Nella giornata odierna, infatti, Dorna ha annunciato la cancellazione dei Gran Premi di Germania, Olanda e Finlandia. Niente gara dunque al Sachsenring (21-23 giugno), e neppure ad Assen (26-28 giugno) e al nuovo circuito del KymiRing. Per Assen questa è una prima volta: lo storico circuito olandese, seppur con qualche cambio di conformazione del tracciato (prima di oltre 6km, ora di 4km), non ospiterà il Motomondiale per la prima volta dal 1949, anno di nascita del campionato a due ruote. Grande rammarico anche per il KymiRing: la Finlandia rimanderà dunque il suo rientro nel Mondiale dopo 38 anni d’assenza. Tutti e tre i circuiti saranno presenti nel calendario 2021, e ora ci si interroga su quando ripartirà il Mondiale: la prima data utile sarebbe il 9 agosto in Repubblica Ceca, ma chissà che non si arrivi nei prossimi mesi alla clamorosa cancellazione della stagione.

Carmelo Ezpeleta ha commentato così l’addio ad altri tre GP: “È con grande tristezza che annunciamo la cancellazione di questi tre importanti eventi nel calendario mondiale. Il GP della Germania si corre su un tracciato unico, con una storia incredibile ed è un peccato non poter ammirare il nuovo KymiRing e tornare in Finlandia, dove mancavamo dal 1982. Senza pensare ad Assen, unica pista su cui si è sempre corso ininterrottamente dal 1949, primo anno del Mondiale. Ringrazio i tifosi, a cui chiedo di avere pazienza, in attesa che la situazione migliori. Torneremo in questi tre circuiti nel 2021”.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *