Sainz Ferrari

Aprire un nuovo ciclo. È questo l’obiettivo della Ferrari per la prossima stagione, la prima del post-Vettel e la prima con Charles Leclerc a guidare il team nello sviluppo dell’auto e assumersi il ruolo di leader: un ruolo che giocoforza avrà già nel 2020, se e quando si correrà, e che andrà a responsabilizzare quello che è senza dubbio il miglior talento della NextGen dei piloti F1. La separazione tra Vettel e Ferrari è avvenuta martedì, con uno scarno comunicato nel quale Seb spiegava che era venuta meno la fiducia e, quindi, non aveva senso continuare: una separazione che forse avrà qualche strascico polemico, perchè il contratto offerto a Vettel (7mln/anno e ruolo di 2° pilota) non era certo da quattro volte campione del mondo, ma che va ad aprire una nuova era della Rossa.

Un’era verde, un’era “latina”. Perchè il nuovo compagno di Charles Leclerc non sarà quel Daniel Ricciardo che era stato opzionato prima della promozione del monegasco, e neppure Giovinazzi o un cavallo di ritorno ingombrante come Alonso. Nei giorni scorsi veniva dato per fatto l’arrivo di Carlos Sainz in Ferrari, e oggi, a 48h dalla separazione col tedesco, è arrivata l’ufficialità: lo spagnolo lascia McLaren e firma un contratto biennale: sarà vincolato a Ferrari nel 2021 e nel 2022, il primo anno della nuova era della F1, col budget cap e le vetture ad effetto-suolo. Carlos Sainz, figlio d’arte che compirà 26 anni il 1° settembre, avrà così la sua chance in un top-team: la sua carriera per ora conta 102 GP e un podio, conquistato nel GP del Brasile 2019 (3° posto) dopo la penalizzazione di Hamilton e in una gara che l’aveva visto scattare ultimo.

Sainz ha commentato così l’approdo in Ferrari: “Sono molto felice di avere l’opportunità di correre per la Scuderia Ferrari dal 2021 in avanti e sono entusiasta pensando al mio futuro con questa squadra. Ho comunque ancora un anno importante da trascorrere con McLaren Racing e non vedo l’ora di tornare a gareggiare in questa stagione”. Con l’arrivo di Sainz, Ferrari avrà nel 2021 la coppia di piloti più giovane negli ultimi cinquant’anni della sua storia. E McLaren ha già annunciato il sostituto dello spagnolo: dopo la fallimentare avventura in Renault, Daniel Ricciardo ripartirà dalla scuderia di Woking, che nel 2021 avrà motori Mercedes: Ricciardo, che sostituirà per la seconda volta Sainz (Renault e McLaren) ha firmato “un contratto pluriennale” e affiancherà Lando Norris. Resta così vacante un sedile in Renault: chi affiancherà Ocon nel 2021? In lizza ci sono big come Vettel (che, sotto sotto, pensa anche al ritiro) e Alonso, ma non si escludono sorprese.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *