Mugello

La notizia era nell’aria, perchè l’Italia sta lentamente tornando alla normalità, ma non sembrava pronta ad ospitare un GP nel breve periodo e la gara del Mugello non compariva in nessuna delle bozze del calendario della ripresa (ancora non c’è un calendario ufficiale) circolate nelle scorse settimane, e ora è ufficiale. La MotoGP non correrà al Mugello nel 2020, e il Motomondiale sarà privo del GP d’Italia.

Dopo Assen, Motegi e altri appuntamenti “storici”, dunque, la MotoGP perde anche il circuito toscano. Si interrompe così una lunghissima tradizione, che vedeva il Mugello sempre presente nel calendario del Motomondiale dal 1991, anno in cui era diventato un presenze fissa dello scenario iridato. La conferma ufficiale è arrivata oggi da una nota della Dorna, ed ecco le parole di Carmelo Ezpeleta: “Col cuore spezzato annunciamo la cancellazione del Mugello. Purtroppo non siamo riusciti a trovare una soluzione ai problemi logistici e operativi derivanti dalla pandemia e dal calendario riorganizzato per questa stagione. Si tratt di una grande perdita, perché il Mugello è uno dei circuiti più belli del mondo e che siamo molto orgogliosi di avere come sede del Gran Premio d’Italia. Non vediamo l’ora di tornare al Mugello nel 2021”.

C’è grande rammarico anche nelle parole di Paolo Poli, ad del circuito, che aveva visto la gara rinviata “a data da destinarsi” prima della definitiva cancellazione: “Nonostante lo sforzo comune per trovare una soluzione pratica, l’impossibilità di organizzare un evento al pubblico, così come le difficoltà che sono emerse da questa situazione eccezionale, non ci hanno permesso di trovare una nuova data per il Gran Premio d’Italia. Ringrazio tutti i nostri tifosi che ci hanno sostenuti ed incoraggiati in questi mesi e li invito a tornare al Mugello nel 2021 per quello che sarà, come sempre, uno degli eventi più rappresentativi della stagione”.

Il Mugello spera però di poter comunque ospitare delle competizioni motoristiche nel 2020. Viste le difficoltà per Liberty Media nell’organizzare gare fuori dall’Europa, il circuito toscano si è offerto per ospitare una seconda data italiana in F1. Senza Mugello, il Motomondiale correrà comunque sul territorio nazionale: Misano Adriatico ospiterà infatti sicuramente un GP (13 settembre?) e si è offerto per un doppio appuntamento nell’arco di due settimane, una soluzione che il Motomondiale mutuerà dalla F1.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *