Petrucci KTM

La MotoGP tornerà in pista tra poco più di un mese, più precisamente il 19 luglio a Jerez de la Frontera, e gli appassionati non vedono l’ora di assistere nuovamente alle gare “reali”, dopo mesi di lockdown e Virtual GP. Per ora, però, impazza ancora il mercato-piloti: le scuderie si sono mosse con grande anticipo, approfittando del lockdown e piazzando i primi colpi. Yamaha aveva già ufficializzato Quartararo nel team ufficiale a inizio anno (Rossi in Petronas, al 99%), mentre Ducati ha “spostato” Jack Miller nel team ufficiale e HRC sta per chiudere Pol Espargaro come nuovo compagno di Marc Marquez nel 2021. Una mossa che verosimilmente spingerà Alex Marquez, che non ha ancora gareggiato “davvero” nel team ufficiale, da Cecchinello, mentre Andrea Dovizioso si avvia al rinnovo annuale con Ducati dopo una trattativa “turbolenta”.

Scenari-Aprilia permettendo (si attende la risposta al ricorso di Iannone, mentre la WADA ha chiesto di allungare lo stop a 4 anni), sono dunque due i piloti che rischiano di uscire dai radar-MotoGP: Cal Crutchlow e Danilo Petrucci. Il primo sembrava destinato al ritiro a fine stagione, ma vista l’ampia inattività avrebbe deciso di procrastinare l’addio alle corse: LCR potrebbe accogliere Marquez jr e confermerà Nakagami (uomo-Honda), quindi il britannico rischia di rimanere a piedi, anche se secondo alcune fonti HRC gli ha proposto di spostarsi in Superbike e affiancare Bautista nel team ufficiale. Situazione diversa invece per Danilo Petrucci, che vorrebbe restare in MotoGP e vede solo due strade possibili: Aprilia e KTM. L’attuale Aprilia, oltre a non avere le idee chiare sul futuro per l’affaire-Iannone, sarebbe un importante downgrade per l’attuale pilota ufficiale Ducati, mentre la casa austriaca potrebbe rappresentare una sfida interessante.

KTM, che aspira a crescere passo dopo passo per puntare alla vittoria in futuro, sta cercando in ogni modo di convincere Pol Espargaro a rifiutare HRC, ma difficilmente ci riuscirà. Ecco perchè Pit Beirer e i suoi collaboratori si stanno guardando attorno e hanno messo gli occhi in casa-Ducati: i sondaggi effettuati su Dovizioso sembrano aver portato a un nulla di fatto, mentre Crutchlow sembra essere già stato scartato per l’importante conflitto di interessi tra il suo sponsor (Monster Energy) e Red Bull. E dunque ecco che si fa strada la pista-KTM per Danilo Petrucci: Ducati non sembra intenzionata a mantenerlo alle sue dipendenze (neppure in Pramac: occhio a Zarco), e il ternano rischia seriamente di restare senza sella in MotoGP. Per questo Petrucci e il suo entourage hanno avviato i contatti con KTM, e molto presto ci sarà un incontro ufficiale tra il pilota, il suo manager e i vertici del team austriaco: l’italiano spera di chiudere presto, e poter continuare il suo percorso in MotoGP con un team molto ambizioso.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *