L’addio tra Sebastian Vettel e Ferrari sembrava consensuale, la conclusione di un rapporto logoro soprattutto dalla parte del tedesco, che si era sentito accantonato di fronte all’esplosione di Charles Leclerc: non erano mancati i momenti di tensione in pista tra i due, con qualche team radio piccato del monegasco e l’incidente in Brasile, da qui la scelta reciproca di salutarsi e l’ingaggio di Carlos Sainz per affiancare il giovane talento (prodotto della FDA) a partire dal 2021. Una narrazione dell’evento che è stata completamente ribaltata dalle dichiarazioni di Sebastian Vettel alla vigilia del GP d’Austria, che inaugurerà la travagliata stagione 2020.

In due interviste separate a RTL e alla tv tedesca, Sebastian Vettel (che ha aperto a un futuro in Mercedes) ha parlato così: “La comunicazione prima delle trattative (Binotto disse che Seb era la 1a opzione, ndr) è stata l’opposto di quello che è accaduto in realtà. È stato tutto davvero sorprendente. Nei mesi precedenti sembrava evidente che entrambe le parti volessero proseguire assieme, poi all’inizio di maggio ho ricevuto una chiamata da Mattia, nella quale mi è stato detto chiaramente che la Ferrari non aveva intenzione di continuare con me. Non ho mai ricevuto offerte per il rinnovo”.

Vettel, che nei giorni scorsi si era dichiarato parecchio scettico sulla stagione, visto che Ferrari non ha portato nessuno sviluppo in Austria e avrà aggiornamenti solo in Ungheria (“Ma non partiremo sconfitti”, parole sue e di Mattia Binotto), ha poi dato indicazioni chiare sul 2020 e sul rapporto con Charles Leclerc, stavolta dalla conferenza stampa ufficiale Ferrari al Red Bull Ring (dove si preannuncia una gara bagnata, attualmente diluvia) “Se si dovesse presentare un’occasione, aiuterò la squadra. Per il resto, però, si corre per sè stessi. Non lascerò passare agevolmente Charles in pista”. Un Vettel molto combattivo, che renderà dura la vita al compagno di squadra…

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *