I saliscendi di Brno regalano colpi di scena a ripetizione. E premiano, per la prima volta, la KTM. La casa austriaca, che aveva fatto il suo ingresso in MotoGP nel 2017, si sblocca nella classe regina grazie alla splendida cavalcata di Brad Binder. Il sudafricano rimonta dopo lo start dalla sesta posizione e vola via verso un’incredibile vittoria. Franco Morbidelli deve accontentarsi della seconda posizione, mentre il poleman Johann Zarco è terzo, davanti ad Alex Rins. Quinto posto per Valentino Rossi, mentre il leader del Mondiale Fabio Quartararo è solo settimo. Andrea Dovizioso naufraga in undicesima piazza.

LA GARA

Al via lo spunto migliore è quello di Morbidelli, mentre alle sue spalle si pone Aleix Espargaro su Aprilia, che tiene dietro Fabio Quartararo, seguito dalle KTM arrembanti di Pol Espargaro e Binder. Il capoclassifica scavalca presto il pilota spagnolo della casa di Noale e sembra in grado di non lasciar scappare via il compagno di squadra, ma verso metà gara appare evidente che il Diablo non sia quello di Jerez de la Frontera. Binder scavalca Quartararo che rischia di essere infilato anche da Pol Espargaro, poi ritiratosi in seguito a un contatto con Zarco. Presto, però, il francese viene scavalcato dal connazionale e nel finale si ritrova alle spalle anche di Alex Rins e Valentino Rossi. Zarco si mette a caccia della coppia di testa, ma viene penalizzato con un long lap penalty e perde terreno. A dieci giri dalla fine al comando passa Binder e non lascerà più la leadership, trionfando con ben 5 secondi di vantaggio. Morbidelli chiude secondo, mentre negli ultimi giri Rins rimonta e si porta all’assalto del terzo posto occupata da Zarco, arrendendosi solo sotto la bandiera a scacchi. Buona rimonta di Rossi, che da decimo finisce quinto. Sesto posto per Miguel Oliveira su KTM. Seguono Quartararo, Nakagami, Miller, Espargaro, uno spento Dovizioso, Petrucci, Crutchlow, Vinales (disastrosa la sua gara) e Alex Marquez.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *