Dopo l’annuncio dell’addio alla Ducati ecco il messaggio a tutti i rivali: Andrea Dovizioso fa ancora tremendamente sul serio. Il tre volte vice campione del mondo in MotoGP si prende la vittoria in Austria, tornando alla vittoria dopo un anno. E ora è secondo in classifica, portandosi a meno 11 dal leader Fabio Quartararo, solo ottavo e in difficoltà. L’acuto del Dovi vale doppio perché si lascia alle spalle il suo successore sulla Rossa di Borgo Panigale, Jack Miller. L’australiano è terzo, alle spalle dell’ottimo Joan Mir.

LA GARA

La prima fila con le Yamaha protagoniste è un’illusione. La casa di Iwata mostra i suoi limiti in termini di velocità. In testa si alternano Pol Espargaro, Dovizioso, Mir e Miller. Il quartetto prende il largo, approfittando del primo errore della stagione di Quartararo che va lungo, esce di pista e riparte in ultima posizione. Avanzano le KTM con Oliveira e Binder, mentre Vinales e Rossi ingaggiano una battaglia serrata per la sesta posizione. Proprio alle loro spalle si verifica il fattaccio di giornata: Zarco e Morbidelli si toccano e finiscono a terra con l’italiano che riporta le conseguenze peggiori e viene accompagnato in ospedale. La moto del campione del mondo Moto2 2017 prosegue la sua corsa e sfiora le Yamaha ufficiali. Tanta paura e bandiera rossa. Alla ripartenza il più lesto a portarsi al comando è Miller, seguito da Dovizioso, Rins e Mir. Dovi va al comando, ma viene tallonato da Alex che salta la Ducati numero 43 e si avvicina all’italiano. Tuttavia a 10 giri dalla fine la Suzuki numero 42 conclude la sua corsa nella ghiaia a causa di un errore dello stesso Rins. Polemiche anche in casa KTM: Espargaro fatica a reggere il ritmo dei migliori e viene toccato e steso da Oliveira. Entrambi fuori e infuriati. Nel finale Dovizioso allunga e lascia sul posto gli inseguitori, andando a cogliere una meritata vittoria. All’ultima curva dell’ultimo giro Mir soffia la seconda posizione a Miller. Quarto il rimontante Binder, seguito dall’ottimo Rossi. Sesto Nakagami, davanti a Petrucci e Quartararo. Nono Lecuona, che precede Vinales, penalizzato da un problema alla moto al secondo via. A punti Aleix Espargaro, Pirro, Smith, Alex Marquez e Cruchlow.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *