La F1 correrà nel weekend a Spa, ma intanto non si fermano le voci e le indiscrezioni di mercato per la prossima stagione. Le principali riguardano il futuro di Sebastian Vettel, sempre accostato alla Racing Point per sostituire Perez (che però si è detto sicuro della propria conferma), ma sono altri i sedili liberi: se il gruppo Red Bull/Toro Rosso sembra destinato a mantenere lo status quo dopo che Albon si è ripreso, restano invece liberi (per ora) entrambi i sedili in Haas e quelli di un’Alfa Romeo in difficoltà, con Raikkonen pronto a ritirarsi e Giovinazzi in bilico.

E proprio Haas, dopo quattro anni col duo Grosjean-Magnussen, sembra destinata a fare grandi cambiamenti. Gli addetti ai lavori sono pronti a scommettere sull’addio di uno dei due piloti, se non addirittura di entrambi. Grosjean è ormai da tempo criticato all’interno della scuderia e potrebbe ritrovarsi senza un sedile F1 (occhio alla FE), mentre Magnussen ha maggior credito, ma potrebbe ritrovarsi appiedato qualora si presentasse l’opportunità che Haas spera da tempo: Perez viene scartato da Racing Point/Aston Martin per puntare su Vettel. A quel punto anche Magnussen vedrebbe il suo sedile a serio rischio, perchè l’opportunità Perez, per talento ed elevati sponsor, è di quella che andrebbero colte al volo da una Haas in declino.

Ma chi sostituirebbe, invece, Grosjean? Il nome è quello che tutti pensate, ovvero Nico Hulkenberg. Il tedesco, rimasto senza un sedile nel 2020, è rientrato nel circus sostituendo proprio Perez nei due GP di Silverstone, e con ottime sensazioni: pur non avendo mai guidato la Racing Point, è stato molto veloce nelle libere e in qualifica (3° nel GP del 70° anniversario), vedendo sfumare la top-10 solo per un errore del box nel finale, dopo il ritiro nel primo GP per un guasto alla power unit. Hulk è stato superlativo, perchè non guidava da mesi e si è mostrato subito stabilmente nelle zone alte della top-10, e il suo nome è ulteriormente risaltato agli occhi dei team principal: Mercedes gli ha offerto il ruolo da 3° pilota, rifiutato da Nico che è convinto di trovare un sedile nel 2021. Una convinzione che serpeggia in tutto il paddock: Hulkenberg ci sarà l’anno prossimo. La sua destinazione potrebbe essere proprio Haas.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *