In testa dall’inizio alla fine, alla maniera dei grandissimi. Franco Morbidelli si sblocca anche in MotoGP. Il pilota della Yamaha Petronas conquista il primo successo nella top class dominando in lungo e in largo sul circuito di Misano-Adriatico. La domenica italiana si completa con l’ottimo secondo posto di Francesco Bagnaia su Ducati. Unico intruso sul podio tricolore è Joan Mir: l’alfiere della Suzuki inventa un finale perfetto e supera Valentino Rossi, negandogli una terza piazza meritata. Quinto Alex Rins. Cambio della guardia in testa al Mondiale: Andrea Dovizioso scavalca Fabio Quartararo nonostante una gara difficile conclusa in ottava posizione. Il francese fa peggio, concludendo la sua corsa con una scivolata.

LA GARA

Maverick Vinales conferma la sua allergia alle prime fasi di gara e sbaglia la partenza. Lo spagnolo della Yamaha viene inghiottito dalle moto gemelle di Rossi e Morbidelli e dalla Ducati di Jack Miller. Prova a rimontare anche Quartararo, ma il francese cade quando è in quarta posizione. Uno stop pesantissimo in ottica Mondiale. Franco va in testa, seguito da Rossi. Il pilota italiano scava il solco verso metà gara e diventa imprendibile, arrivando ad avere oltre 2” di vantaggio. Valentino cala alla distanza e viene ripreso da Bagnaia e Rins, mentre Miller cala, superato anche da Mir. Pecco infila il Dottore e si porta in seconda posizione. Rossi resiste in terza posizione fino all’ultimo passaggio, quando la Suzuki numero 36 lo passa e si prende un podio straordinario. Quinto Rins, seguito da Vinales, Dovizioso, ora nuovo leader del Mondiale, Nakagami, Miller e Pol Espargaro. Il Mondiale più pazzo di sempre continua a stupire.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *