Il terzo e ultimo GP del Mondiale Motocross a Faenza ha, e questo si sapeva, un assente di lusso: Jeffrey Herlings è out dopo il brutto capitombolo nelle prove libere di mercoledì. Si temeva una frattura composta del rachide cervicale, che non è mai stata confermata: si attende il responso definitivo dei consulti effettuati in Belgio, dove Jeffrey vive, per stabilire con certezza i tempi di recupero. Intanto, Cairoli e Gajser possono approfittarne: chi arriverà più avanti nella terza gara romagnola strapperà la tabella rossa a quello che era stato il dominatore della stagione prima dell’infortunio. Grande lotta anche in MX2, dove Vialle e Geerts si stanno giocando il titolo senza esclusione di colpi. Andiamo a scoprire cos’è successo quest’oggi.

MXGP: CAIROLI, VITTORIA E TABELLA ROSSA– Holeshot per TC222, seguito da Prado, Seewer, Gajser e Lupino. Prado passa Antonio attaccando all’interno, Cairoli si disunisce e rischia di cadere: contatto anche tra Gajser e Tony, con lo sloveno che finisce a terra, mentre Febvre vola fuori pista con un rischioso passaggio sotto i cartelloni pubblicitari. Guida Prado, precedendo Seewer, Cairoli e Lupino: Gajser rimonta dall’8a posizione e torna 6°, mentre Evans supera Lupino. Seewer, sotto la pressione di Cairoli, aggancia Prado: il duello agevola Tony che recupera molto tempo, mentre nelle retrovie Febvre cade di nuovo mettendo in pericolo la top-10. Seewer pressa Prado, ma si innervosisce e cade malamente a terra quando mancano solo tre giri: Cairoli è così secondo, ma non riesce a riprendere Jorge Prado. Vittoria di manche per il talento spagnolo, che precede di 1”7 Cairoli e di 12” Seewer: seguono Evans, Gajser (5°), Jasikonis, Lupino, Coldenhoff, Desalle e Febvre. 15° Monticelli.

In gara-2 l’holeshot è di Prado, che precede Gajser, Evans, Seewer, Paulin, Cairoli e Febvre. Duello HRC tra Gajser ed Evans che vede primeggiare lo sloveno, mentre Cairoli supera agevolmente Paulin e Seewer: il sorpasso su Evans è nell’aria e arriva pochi minuti dopo. Dopo 10′ Prado è davanti in pieno controllo, seguito da Gajser e Cairoli: Gajser approfitta di un’incertezza dello spagnolo per passare in testa e provare ad allungare. Si forma un trenino dietro Prado, che viene superato da Cairoli e deve difendersi da Seewer e Febvre: il francese sopravanza lo svizzero e lo spagnolo, portandosi 3°. Gajser e Cairoli effettuano giri-record su giri record, e il distacco romane di 3”5. Prado, invece, si disunisce e cade perdendo molte posizioni. Febvre prova a riportarsi su Tony, senza riuscirci. Vittoria per Gajser, che precede di 4”9 Cairoli e di 10” Febvre: nei dieci Seewer, Coldenhoff, Prado (6°), Desalle, Evans, Paulin e Lupino, con Monticelli 21°. Antonio Cairoli, con due secondi posti, vince il GP con 44pti: sul podio Gajser e Prado. TC222 nuova tabella rossa della MXGP con 285pti, seguito da Gajser (278) ed Herlings (263): seguono Seewer (255), Prado (237), Coldenhoff e Jasikonis (233), con sette piloti in 52pti.

MX2: PARI E PATTA TRA VIALLE E GEERTS, IL GP AL FRANCESE– Geerts parte forte in gara-1, precedendo Vialle, Olsen, Malkevicz e vd Moosdijk: Vialle però non demorde e supera subito il rivale, che si accoda. Perde molte posizioni Lesiardo, che era partito bene trovandosi in 6a posizione. Olsen, che aveva agganciato i primi due, viene sopravanzato da Renaux: la pressione dei due spinge verso il sorpasso Geerts, che si porta in testa. Geerts prende qualche metro a Vialle, Renaux per provare a resistere cade due volte e riparte in 10a posizione. Nei minuti finali Vialle si avvicina a Geerts, ma commette un errore e viene anche avvicinato da Olsen e Beaton, riuscendo a difendersi. Vittoria di manche per Geerts, che precede Vialle, Olsen, Beaton, Mewse, vd Moosdijk, Watson, Rubini, Fernandez e Renaux, con Lesiardo 15°.

In gara-2, subito in testa Vialle e Geerts: seguono Watson, Beaton, vd Moosdijk, Renaux e Olsen. Geerts è in difficoltà e viene sopravanzato da Watson e Beaton: prova a fuggire Vialle, ma il ritmo è molto alto. Si forma un quintetto, finchè Watson non scivola: Vialle allunga su Beaton, poi Geerts e vd Moosdijk. Geerts supera Beaton ed è 2°, mentre Vialle guida con oltre 7” sul secondo. Vittoria di manche per Tom Vialle, che precede Geerts e Beaton: nei dieci vd Moosdijk, Watson, Olsen, Fernandez, Rubini, Renaux e Pancar, con Lesiardo 12°.  Pari e patta tra Vialle e Geerts, entrambi a 47pti: vince il francese perchè trionfatore in gara-2. Nel Mondiale guida sempre Vialle (354) con 21pti su Geerts (333): terzo Renaux con 259pti. Ora due settimane di stop e poi il trittico di Mantova (27 e 30 settembre, 4 ottobre).

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *