Erano i primi giorni di settembre, quando la stagione della MXGP subiva un inatteso scossone, con l’infortunio di Jeffrey Herlings nel secondo dei tre appuntamenti del Mondiale Motocross sul circuito di Faenza: il tonfo dell’olandese era stato tremendo, con una sospetta frattura del rachide cervicale che sembrava concludere la sua stagione e aveva consegnato la tabella rossa ad Antonio Cairoli (+7 su Gajser) al termine dei tre giorni di gara in Emilia-Romagna. KTM non aveva però rilasciato update ufficiali sulle sue condizioni, attendendo l’esito degli accertamenti effettuati in Belgio, nè aggiornamenti sui tempi di recupero. Due settimane dopo, ci ha pensato Jeffrey Herlings stesso ad aggiornare sui propri canali social, con un lungo post su Instagram.

Vi riportiamo il testo: “Le cose sono state abbastanza tranquille negli ultimi giorni, e mi dispiace non aver aggiornato i miei tifosi dopo la caduta. Non posso descrivere come fossi devastato e preoccupato dopo la caduta: mi sono ritrovato per terra, temporaneamente paralizzato, senza le minime sensazioni nella zona del collo per almeno mezz’ora. Mi sono fratturato le vertebre C1, C6 e T3 (due vertebre cervicali e una toracica, ndr). I dottori mi hanno riferito che non sono rimasto paralizzato per un soffio. Per fortuna, le tre fratture sono molto stabili e con piccole rotture dell’osso, quindi il processo di recupero non sarà troppo lungo e mi porterà a tornare al 100% senza implicazioni future. Quest’anno mi sentivo in totale controllo, pronto anche a lasciare per strada qualche vittoria e pensare al campionato, invece mi sento come se avessi buttato via la 2a stagione di fila. Sento però di non avere nulla da biasimarmi, per questa caduta. Mi spiace per tutti gli sponsor e per i tifosi, non potrò regalarvi il titolo. Voglio ringraziare KTM e il mio team per la pazienza e il supporto in questo periodo difficile: non sono state due stagioni facili, ma sento di avere ancora molto da dare a questo sport. Per il momento io e il team abbiamo deciso di non scendere in pista nelle tre gare di Mantova (27 e 30 settembre, 4 ottobre) e valutare nelle prossime settimane quando tornare in pista. La cosa importante è recuperare del tutto, lavorerò duramente per farlo il prima possibile, ma senza rischiare”.

Herlings non sarà dunque in pista nei tre GP di Mantova, e difficilmente rientrerà nel GP di Spagna (11 ottobre): proverà ad esserci, probabilmente, nelle tre gare a Lommel, ma non è da escludere che chiuda la stagione senza scendere in pista e dica arrivederci al 2021. La stagione finisce l’8 novembre, e con tre vertebre fratturate non si scherza…

View this post on Instagram

It’s been pritty quiet around me lately and I am sorry for not giving a update to my fans since my crash. I can not describe how devastated it was being there on the ground temporarily paralyzed and not having any feeling from my neck down for minimum half an hour. Eventually I ended up braking my C1, C6 and T3. Doctors told me I got through the eye of the needle with not ending up paralyzed. From the good side, I got 3 stable fractures with only small cracks in the bones and the healing process wont be too long luckely and doctors say I will get a full recovery from this injury. I was feeling I was more then 100% in control this season, accepting a 2nd place and felt more in control of the championship then ever. I feel like that I messed up for the 2nd season in a row, even I have the feeling there was nothing I can blame myself for, for this crash. I am sorry to all my sponsors and partners and fans for once again not being able to deliver a championship to them. And most of all I would like to thank my entire KTM team and crew for there patience and there constant support towards me and there support through thick and thin. It’s been a very though last 2 seasons but I know I still got plenty to offer in this sport. For the moment the team and I have decided to sit out the next race in Mantova and look from there when exactly we will return to racing. I believe to become back healthy is the most important for now. Once again thanks to my team and partners for there great support. I will work hard to become back healthy again as soon as possible. @ktmfactoryracing @redbull @jumbo @oakleymotorsports @giampishow @milwaukeetool @hennekenskay @knmv_motorbond @dodgeram.nl @debrug.eu @iamspecialized @autoridderhof #Josmaas

A post shared by Jeffrey Herlings (@jeffrey_herlings84) on

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *