internazionali d'Italia motocross

Il Mondiale MXGP cambia nuovamente il volto del padrone. Dopo l’infortunio di Jeffrey Herlings, ex leader iridato, era stato Antonio Cairoli a passare in testa alla classifica. A Mantova il campione siciliano della KTM sembrava destinato a vivere un nuovo weekend da dominatore, ma una seconda manche da incubo ha ribaltato tutto, consegnando la tabella rossa a Tim Gajser. Il campione del mondo sloveno su Honda torna al comando per la prima volta in questo insolito 2020 con 316 punti, 5 di vantaggio su TC222. La classifica resta apertissima anche perché Jeremy Seewer e Jorge Prado negli ultimi GP hanno cambiato passo e distano solamente 16 e 39 lunghezze.

LE GARE

Il GP di Lombardia si apre subito con una sorpresa: Gajser parte malissimo e lascia via libera ai favoriti. Cairoli potrebbe allungare ulteriormente sul suo rivale, ma non riesce ad agganciare Seewer e Prado. A eccezione della grande rimonta del campione sloveno nelle retrovie. conclusa con l’ottava posizione, non cambia l’ordine dei primi tre. Seewer si difende e lascia Prado alle sue spalle, incapace di trovare l’allungo nel finale. In gara 2 si invertono i ruoli. Stavolta è Cairoli a perdere terreno fin dall’inizio. La sua rimonta si complica anche per un problema alla maschera e una ferita al volto. Tuttavia, se Tony aveva faticato anche nella prima manche, stavolta nella rivincita Gajser si rivela implacabile. Sua la vittoria nella seconda gara, davanti a Prado e Romain Febvre. Cairoli non riesce a conquistare la top 10 e perde punti pesanti.

MX2

Sorprese e colpi di scena anche in MX2. Il capoclassifica Tom Vialle vince gara 1, ma finisce solamente quattordicesimo nella seconda manche. Jed Beaton conquista l’ultima corsa, ma il GP va a Thomas Kjer Olsen, il più continuo e regolare. In classifica generale Vialle resta al comando a quota 386, con 30 punti di vantaggio su Jago Geerts.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *