Era il segreto di Pulcinella del paddock, ma da quest’oggi è anche ufficiale. Dopo un ottimo 2020, Pecco Bagnaia ha ottenuto il premio tanto sperato: sarà lui il sostituto di Andrea Dovizioso come pilota del team ufficiale Ducati. Il piemontese, un podio e una vittoria sfiorata, viene dunque promosso al fianco di Jack Miller, che era già stato annunciato nel team ufficiale all’inizio di questo sfortunato 2020. Si verifica così lo scenario previsto, con l’intero team Pramac che viene “traslato” nel team ufficiale: Ducati, dopo le voci d’inizio anno su Jorge Lorenzo, sceglie così la linea verde e punta su due talenti che stanno disputando un gran Mondiale, e potranno rivitalizzare un team ufficiale che ha perso la retta via.

Ducati aveva da tempo perso entrambi i piloti: Petrucci non era stato confermato e guiderà la KTM Tech 3, Dovizioso ha scelto di non rinnovare per le continue voci sulla sua sostituzione e il trattamento irrispettoso ricevuto dal team. E così, la Rossa di Borgo Panigale ha puntato sui due talenti già presenti nel proprio organico: Bagnaia e Miller guideranno la Ducati ufficiale. Paolo Campinoti si “consola” ottenendo due piloti talentuosi: Johann Zarco e Jorge Martin guideranno infatti le due Ducati Pramac nel 2021. Il francese, che sognava il posto di Dovizioso, viene promosso dopo l’anno in Avintia, mentre Jorge Martin debutterà in MotoGP con la struttura italiana: lo spagnolo è un pilota molto talentuoso, attualmente 5° in Moto2 (79pti) e molto sfortunato quest’anno, con la positività al COVID-19 e qualche caduta di troppo. Proverà, come hanno già fatto Pecco, Mir e altri giovani, a mostrare il suo talento nella massima categoria. Lui e Zarco disporranno della moto ufficiale 2021, come Pecco e Miller.

Martin non sarà l’unico giovane talento a debuttare in MotoGP nel 2021: sembra questione di giorni per l’annuncio di Enea Bastianini nel team Ducati Avintia, sostituendo proprio Zarco che è approdato in Pramac. Incerto invece il futuro di Dovizioso: i posti in MotoGP sono ormai limitati alla sola Aprilia, che dovrebbe però puntare su Crutchlow. Che farà il Dovi?

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *