MotoGP Austin

I rettilinei e i curvoni veloci di Aragon ribaltano il Mondiale. Fabio Quartararo naufraga malamente dopo aver illuso tutti della sua competitività con la pole position. Il francese finisce fuori dalla zona punti e cede la leadership della classifica generale a Joan Mir. Lo spagnolo della Suzuki chiude al terzo posto nel giorno della vittoria del compagno di squadra Alex Rins. Secondo ancora una volta l’ottimo Alex Marquez su Honda. Quarto Maverick Vinales, davanti a Franco Morbidelli. Andrea Dovizioso è settimo.

LA GARA

Al via Vinales trova il guizzo giusto e si porta al comando, tallonato da vicino dalle due Yamaha Petronas di Quartararo e Morbidelli. Presto, però, risalgono le Suzuki. Rins rimonta fino a portarsi in seconda posizione. A 19 giri dalla conclusione, lo spagnolo piazza il sorpasso ai danni della Yamaha numero 12 e allunga in testa. Inizia il calvario di Quartararo: il leader del Mondiale, forse ancora dolorante per la caduta nelle prove libere di ieri, perde posizioni vistosamente, arenandosi lontano dalla top 10. Chi al contrario risale vistosamente è Alex Marquez. Il fratello del campione uscente Marc rimonta giro dopo giro portandosi prima in zona podio con un gran sorpasso su Morbidelli e poi superando Vinales e Mir. Nelle ultime tornate il pilota Honda tenta di attaccare ripetutamente Rins, ma senza successo. Mir sale sul podio e, approfittando del disastro di Quartararo. Vinales chiude quarto. Il Mondiale subisce una nuova svolta.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *