Non corre solo la F1 in questo weekend, spazio anche al Motomondiale col secondo GP sul circuito di Aragon, ribattezzato GP di Teruel. Una MotoGP che ha un nuovo leader nel Mondiale del “ciapanò”, dove regna l’equilibrio e il primo in classifica ha ottenuto 121pti in 10 gare (media di 12pti, tra 4° e 5° posto) e non ha ancora vinto: guida Joan Mir, con 6pti su Quartararo e 12pti su Vinales. E una MotoGP che non sa quando rientrerà Marc Marquez, che a distanza di tre mesi dall’infortunio non riesce ancora a muovere bene il braccio e si sottoporrà a un terzo intervento negli USA: Bradl chiuderà la stagione, e iniziano a serpeggiare i dubbi sul rientro di Marc per i primi GP del 2021, perchè l’infortunio è serio e delicato. Ma oggi, tutti i fari sono puntati sulle qualifiche di MotoGP, Moto2 e Moto3.

MOTOGP: “PRIMA” PER NAKAGAMI, QUARTARARO E MIR PIÙ INDIETRO. DOVI IN APNEA– Honda torna ad esultare per una pole position, e lo fa con Nakagami, fresco di rinnovo fino al 2022 e confermato nel team di Lucio Cecchinello al fianco di Alex Marquez. Il nipponico chiude in 1.46.882, precedendo di 63 millesimi Morbidelli e di 273 millesimi Rins che è il grande favorito per il successo di domani. Quarto Vinales (+0.359), che precede Zarco che guida l’unica Ducati presente in Q2 (passando dal Q1) e chiude a 415 millesimi. Solo sesto Quartararo (+0.444), precedendo Crutchlow, Pol Espargaro che col tempo della Q1 sarebbe stato in prima fila (ma non aveva gomme nuove per il Q2), Lecuona e Oliveira. 11° Alex Marquez, mentre è 12° un deludente Mir: per lui nessun giro buono in Q2 e l’ultimo tempo con quasi 4” di ritardo. Disastrose le Ducati: Miller chiude 14° dando la scia a Dovizioso, che è solo 17° e peggiora le qualifiche di settimana scorsa. Sprofondo rosso ad Aragon: solo Zarco può salvare un weekend che si preannuncia disastroso.

MOTO2: LOWES IN POLE, INDIETRO GLI ITALIANI– Sam Lowes disputa una qualifica pazzesca e si candida al successo. Il britannico del team Marc VDS chiude in 1.51.296, demolendo di tre decimi un record della pista che era già suo. Prima fila per Navarro e Gardner, staccati rispettivamente di due e quattro decimi: seguono Di Giannantonio, Ramirez e Bastianini, sesto nella prima da leader iridato. Top-10 per Dixon, Garzò, Augusto Fernandez e Bendsneyder, mentre Luca Marini chiude 11° dopo essere passato dalla Q1: precede Martin, Roberts e Bezzecchi che è solo 14°. 17° Baldassarri davanti a Manzi, mentre Dalla Porta e Corsi chiudono 23° e 24°.

MOTO3: POLE PER FERNANDEZ, POI ARBOLINO E VIETTI– Va decisamente meglio agli “italians” della Moto3. La pole position, la quinta stagionale, va allo spagnolo Raul Fernandez col tempo di 1.57.199, che lo vede precedere di 231 millesimi Arbolino e di 345 millesimi Celestino Vietti. Quarto Rodrigo, che precede il leader iridato Arenas (+0.477): seguono Sasaki, Masia, Toba, Suzuki e Ogura, con Foggia 12° davanti a Fenati e Nepa 16°. Out in Q1 Antonelli (20°), Pizzoli (25°) e Migno (27°).

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *