Si dice che una rondine non faccia primavera. Sicuramente, però, il venerdì da sogno di George Russell non può passare inosservato. Il ventiduenne inglese, campione del mondo Formula 2 nel 2018, è stato chiamato dalla Mercedes per sostituire Lewis Hamilton, dopo la sua positività al Coronavirus. E il giovane talento preso in prestito dalla Williams non ha sentito la pressione nei suoi primi giri con la Freccia d’argento, dominando entrambe le sessioni libere sul secondo layout della pista di Sakhir in Bahrain. Un risultato notevole che ora pone l’altro pilota della scuderia tedesca Valtteri Bottas in una posizione scomoda. Il finlandese è in crisi di risultati e ha concluso l’ultimo turno di prove in undicesima piazza a 680 millesimi dal compagno di squadra, pur potendo vantare un passo gara migliore.

GLI ALTRI

Non molla Max Verstappen. L’olandese della Red Bull si piazza sempre in seconda posizione e sembra avere un buon ritmo. Bene anche il compagno Alexander Albon, terzo nel mattino e quinto nella seconda sessione. Nel pomeriggio risale in terza piazza la Racing Point di Sergio Perez, deciso a rifarsi dopo il podio sfumato nella scorsa gara.

DISASTRO

La Ferrari si conferma allergica ai rettilinei del Bahrain. Sebastian Vettel è il migliore nel primo turno, concluso in ottava posizione, davanti a Charles Leclerc, solamente decimo. Nel pomeriggio la situazione peggiora per la Rossa. Vettel è solo sedicesimo, mentre il compagno non riesce nemmeno a girare per un problema meccanico che gli nega l’intesa sessione. Il week end è partito decisamente in salita per il Cavallino.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *