Sette giorni dopo il GP del Bahrain, dominato da Lewis Hamilton, il circus della F1 torna a correre sempre sul circuito di Sakhir, ridisegnato però con una differente configurazione: l’Outer Track misura 3,453km, e con le sue curve veloci e il suo tratto ad alta velocità, viene percorso in circa 54/55”. Per questo il Sakhir GP, che verrà disputato domani alle 18.10 (dopo che verrà assegnato il titolo F2: Mick Schumacher a +14 su Ilott), si correrà sulla distanza di 87 giri. Un GP che non vede al via Lewis Hamilton: il britannico e sette volte campione del mondo è risultato positivo al COVID-19 e verrà sostituito in Mercedes da George Russell, a sua volta rimpiazzato da Aitken in Williams, mentre Pietro Fittipaldi sostituisce Grosjean in Haas. Russell, che corre con la Mercedes di Hamilton e riscontra qualche problema nell’abitacolo per la differenza di statura tra i due e un sedile “non su misura”, ha vissuto un venerdì da sogno: primo in entrambe le sessioni di libere, mentre stamattina si è concentrato sul passo chiudendo 6° (1° Bottas). Ferrari in difficoltà nelle libere, eppure Leclerc è ottimista. Andiamo a scoprire i risultati delle qualifiche.

Q1: BOTTAS IN TESTA, ALBON RISCHIA GROSSO– Giri su giri per i piloti, sfruttando la brevità di questo circuito. Il migliore è Valtteri Bottas, che chiude in 53”904 e rifila oltre un decimo a tutti, che su questo brevissimo circuito vale tantissimo: secondo a 133 millesimi Verstappen, mentre George Russell è terzo a 256 millesimi e continua il suo weekend da sogno. 4° Norris a 290 millesimi, seguito da Gasly, Perez, Leclerc (+0.345) che è settimo davanti a Vettel (+0.397), Ocon e Kvyat. Rischia grosso Alexander Albon, che resta nei box dopo il primo tentativo e si qualifica per soli 85 millesimi: 15a posizione con 716 millesimi di ritardo. Out Magnussen (+0.801), Latifi (+0.892), Aitken (+0.988), Raikkonen (+1.052) e Pietro Fittipaldi (+1.522).

Q2: MERCEDES QUALIFICATE CON LE MEDIE, VETTEL OUT– Escono con le medie le Ferrari, le Renault e Verstappen oltre alle Mercedes: solo Russell e Bottas, però, riusciranno a centrare la top-10 senza ricorrere alle soft. Il miglior tempo, in una sessione molto concitata, è di Max Verstappen: crono di 53”647 per l’olandese, che precede di 140 millesimi Perez e di 156 millesimi Bottas. Seguono Sainz (+0.171), Russell (+0.172), Leclerc (+0.178), Stroll (+0.193), Kvyat (+0.209), Ricciardo (+0.224) e Gasly (+0.294). Chi di 85 millesimi ferisce, di 85 millesimi perisce: dopo essersi qualificato per un pelo in Q1, Albon esce ed è 12° per lo stesso margine, e con soli 379 millesimi dal compagno. Out con lui Ocon (11°), Vettel (13°, +0.528), Giovinazzi e Norris che non trova il ritmo giusto e chiude a un secondo.

Q3: POLE PER BOTTAS, RUSSELL 2° DI UN SOFFIO– Primo tempo velocissimo per Verstappen e Leclerc, che completa un giro perfetto su quella che Bottas definisce “una pista di Topolino”: 53.591 per Max, soli 22 millesimi di ritardo per il monegasco che non scende più in pista, non avendo soft nuove. Devono ancora arrivare però le Mercedes, che effettuano il primo giro con soft usate e poi scalano le classifiche: Bottas chiude in 53.377 ed è sicuro della pole, ma nell’ultimo tentativo Russell (+0.026) e Verstappen (+0.056) sfiorano il sorpasso. Resta 4° a 236 millesimi Leclerc, che precede Perez, Kvyat, Ricciardo, Sainz, Stroll e Gasly. Le Mercedes scatteranno con le medie, soft per tutti gli altri: visti i brevissimi distacchi, può succedere di tutto. Appuntamento alle 18.10. Bottas intanto aggancia Stirling Moss e Felipe Massa con 16 pole position.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *