Ci siamo. Dopo mesi d’attesa, ecco il grande ritorno della Formula 1, che contrariamente al consueto vede iniziare la nuova stagione in quel Bahrain che aveva già ospitato i test pre-stagionali, dominati dalla Red Bull di Max Verstappen: è proprio Red Bull la grande protagonista delle prime libere, con Max che mostra un passo migliore alle Mercedes. Ferrari altalenante: buona nelle FP1, indietro nelle FP2 coi piloti che non hanno forzato il ritmo e hanno effettuato degli stress-test con le gomme soft. Ottime le McLaren, che si confermano in grande spolvero. Male invece Aston Martin e Renault, ma tutto potrebbe cambiare domani. Di seguito il resoconto delle due sessioni, col tempo ridotto a un’ora dai novanta minuti “consueti”.

FP1: VERSTAPPEN TIMBRA LE PRIME LIBERE STAGIONALI – Max Verstappen timbra la prima sessione di prove libere del 2021, come aveva già fatto nei test prestagionali. Tempo di 1.31.394 per l’olandese, che rifila 298 millesimi a Bottas. Il finnico precede Lando Norris, che è già a mezzo secondo, e Lewis Hamilton quarto a 527 millesimi usando la sola mescola soft per tutta la sua sessione: 5° posto per Leclerc (+0.599), mentre Sergio Perez debutta con RB in 6a posizione a soli 78 millesimi dal ferrarista, precedendo Gasly e Sainz al suo debutto iridato con Ferrari. Subisce mezzo secondo di distacco dal compagno, invece, Ricciardo: l’australiano è nono a 1”040, precedendo le Alfa di Giovinazzi e Raikkonen. Solo 12° Sebastian Vettel con la prima Aston Martin, precedendo il compagno Stroll: Seb patisce 1”7 di ritardo. 14° posto, a 1”9, per Yuki Tsunoda: il talentuoso giapponese, debuttante con AlphaTauri, ha patito il traffico nel finale della sessione, non riuscendo a migliorarsi. 15a posizione per Nando Alonso, che precede Ocon su un’Alpine più lenta delle attese, che ha lavorato molto sul passo-gara: nell’accoppiata dei compagni di squadra, seguono le Williams di Russell e Latifi. Ultime posizioni per le Haas dei debuttanti Mick Schumacher e Mazepin: Mick chiude a 3”1, il compagno subisce 3”6 da Verstappen.

FP2: VERSTAPPEN BISSA, SAINZ SORPRENDE – Max Verstappen fa il bis, mostrando il grande potenziale della RB16B. Miglior tempo in 1.30.847 per l’Olandese Volante, che bissa il primo tempo delle FP1 confermandosi a suo agio sulla nuova vettura e su questo tracciato. Il secondo è Lando Norris, staccato di soli 95 millesimi sfruttando la MCL35M e il motore Mercedes: Lando sembra poter lottare per il podio, la sua monoposto vola. Terzo Hamilton, a 235 millesimi e con una Mercedes indecifrabile: le Frecce d’Argento stanno attuando il grande bluff, oppure sono davvero indietro rispetto a Red Bull? Sorprendente simulazione di qualifica per Carlos Sainz, che chiude 4° a 280 millesimi e vicino a Hamilton: sessione dai due volti per Ferrari, con Leclerc 12° a 765 millesimi lavorando principalmente sulla resistenza delle gomme soft in ottica-gara. Quinto posto per Bottas, che precede la seconda McLaren di Ricciardo: gran tempo per Tsunoda, settimo a 447 millesimi precedendo Stroll e Gasly. Top-10 conclusa da Perez, con Ocon 11° e Leclerc 12°: seguono Giovinazzi, Vettel e Alonso (15°). 16° invece Kimi Raikkonen, autore di un incontro ravvicinato con le barriere che ha danneggiato la sua Alfa. Le monoposto sono tutte vicinissime: 16 vetture in un secondo, un’armonia spezzata da George Russell che è 17° a 1”4. Un secondo dopo di lui, la Haas di Mick Schumacher: il figlio d’arte chiude a 2”4, precedendo di poco Latifi e Mazepin. Red Bull e Verstappen sembrano i migliori sia sul giro secco, che sul passo gara: ci si aspetta la reazione delle Mercedes, con Hamilton che inseguirà l’ennesima pole, e c’è curiosità sulla grande velocità mostrata dalle McLaren e dalla Ferrari di Sainz. Tutti i dubbi verranno sciolti domani, anche se Aston Martin e Alpine non hanno certamente brillato e sembrano più indietro delle attese…

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *