Il weekend di Portimao, in concomitanza con la gara della F1 a Imola, è fondamentale per la MotoGP: le due ruote ritrovano dopo quasi un anno Marc Marquez, che torna così in sella dopo l’autentico calvario vissuto in seguito alla caduta e all’infortunio di Jerez. Lo spagnolo vive un’esperienza nuova, passando dalla Q1, e si qualifica in 6a posizione in una giornata rocambolesca: andiamo a scoprire cos’è successo tra MotoGP, Moto2 e Moto3.

MOTOGP: QUARTARARO “SOFFIA” LA POLE A BAGNAIA, MARQUEZ 6° – Nel suo rientro in MotoGP, e su una pista che non conosce, Marc Marquez deve passare dalla Q1 e riesce agevolmente a superare il taglio: con lui avanza anche Mir. Lo spagnolo non riesce però, complici anche una condizione fisica non ancora ottimale e un feeling sulla nuova moto tutto da costruire, ad ottenere la prima fila nelle qualifiche ufficiali. La pole position viene fatta inizialmente registrare da Pecco Bagnaia, che demolisce il record del tracciato, ma il tempo viene cancellato in seguito per non aver rispettato le bandiere gialle. Pole dunque a Quartararo col tempo di 1.38.862, precedendo di 89 millesimi Rins e di 129 millesimi Zarco: seguono Miller (+0.199), Morbidelli (+0.241), Marquez che è 6° (+0.259), Aleix Espargaro (+0.307), Marini (+0.524), Mir (+0.536), Oliveira (+0.583), Bagnaia (+0.620) e Vinales, 12° e ultimo a quasi un secondo. Molto deludente Maverick, mentre Pecco precipita dalla potenziale pole all’11a posizione e dovrà rifarsi in gara. 16a posizione per Bastianini, che precede Valentino Rossi (17°) e Danilo Petrucci: scatterà invece 20° Savadori. Unfit Jorge Martin dopo una brutta caduta mattutina: per lui la frattura della mano e del malleolo, verrà operato in Spagna e potrebbe restare ai box per un mese. La gara sarà, come di consueto, alle 14.

MOTO2: LOWES ANCORA IN POLE – Sam Lowes centra un’altra pole, la terza in altrettanti GP della Moto2, e partirà davanti a tutti anche a Portimao. Tempo di 1.42.901 per il britannico, che precede di soli 23 millesimi Remy Gardner e la sua KTM: seguono Vierge (+0.174), Ogura (+0.220) e Bezzecchi, che il primo italiano col 5° tempo a 269 millesimi. Vierge, tra l’altro, era passato e di un soffio dalla Q1. Top-10 per Augusto Fernandez, Arenas, Roberts, Canet e Raul Fernandez: 15° posto per Bulega davanti a Di Giannantonio, mentre è 18° un sorprendente Yari Montella con Speed Up. Out nella Q1 molti piloti nostrani: scatterà 20° Manzi davanti a Dalla Porta, più indietro Vietti (23°), Baldassarri (24°) e Arbolino (25°), che precede un deludente Bendsneyder.

MOTO3: MIGNO MONOPOLIZZA LE QUALIFICHE – Sabato da urlo per Andrea Migno! Dopo aver conquistato il miglior tempo nelle FP3, il pilota italiano domina anche le qualifiche e ottiene una grandiosa pole position col tempo di 1.47.423, precedendo di 149 millesimi Dennis Foggia: la terza piazza è invece andata ad Alcoba, che però scatterà dalla pitlane e 5” dopo gli altri per la penalizzazione subita dopo la rissa con McPhee nel GP di Doha. Il suo posto in prima fila viene dunque ereditato da Sergio Garcia: seguono Rodrigo e McPhee, con la top-10 completata da Oncu, Binder, Artigas, Sasaki e Masia. 12° tempo (che diverrà 11°) per Pedro Acosta, vincitore del GP di Doha partendo dalla pitlane e con dieci secondi di penalizzazione. Due posti in prima fila per i colori italiani, ma anche tante delusioni: Fenati scatterà 14°, Antonelli 17° dopo aver sbagliato completamente strategia in Q2. Out in Q1 Nepa e Riccardo Rossi.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *